VENEZIA71, Sabina Guzzanti punge a Venezia con “La trattativa”: “Film di finzione ma tutto vero”

redazione 4 settembre 2014

guz VENEZIA71, Sabina Guzzanti punge a Venezia con La trattativa: Film di finzione ma tutto vero

Applausi liberi, a cuore aperto quelli che sono stati riservati a Sabina Guzzanti, giunta al Lido e al Festival del Cinema di Venezia come fuori concorso con “La trattativa”. Era preoccupata, spaventata che il suo documentario sui rapporti che legano Stato-mafia potesse essere accolto malamente: ma lei, donna coraggiosa e tenace, ha vinto ancora una volta. Come spiega lei stessa, il suo non è un lavoro (l’ennesimo!) su Berlusconi, ma su quel male maggiore che affligge l’Italia.

“Lo scopo è mettere tutti, anche chi non segue la cronaca e non legge saggi e giornali, in condizione di capire fatti che hanno cambiato la storia della nostra democrazia. È importante sapere chi ha preso quelle decisioni, da dove viene l’Italia in cui viviamo”.

A firmare la colonna sonora del film è Nicola Piovani.

 

© Social Channel

Tags: ,