USA, Missouri: Polizia uccide un 18 enne in strada e scoppia la protesta

redazione 18 agosto 2014

ferguson USA, Missouri: Polizia uccide un 18 enne in strada e scoppia la protesta

La cittadina di Ferguson, nel Missouri, è di nuovo nel caos: dopo gli scontri fra dimostranti e polizia avvenuti sabato scorso, dove ha perso la vita il 18 enne Michael Brown, la stessa polizia ha diffuso nella giornata di ieri il nome dell’agente che avrebbe ucciso il ragazzo afroamericano. In seguito a una giornata di apparente calma sono poi iniziati di nuovo gli scontri, quando i residenti sono scesi in piazza per poter chiedere giustizia per il giovane ucciso, sfilando a braccia alzate e gridando “Don’t shoot”. Secondo quando spiegato dalla polizia, Brown era sospettato di aver rapinato un mini market, dove avrebbe sottratto una scatola di sigari.

Intanto il Governatore dello Stato, Jay Nixon, ha annunciato lo stato di emergenza e il coprifuoco, chiesto al fine di mantenere la pace nella città che da tanti, troppi giorni è scenario mondiale di proteste e scontri tra civili. Nonostante il copriguoco però circa 200 persone sono rimaste per le strade, spingendo così la polizia a sparare gas lacrimogeni per disperdere la folla.
Secondo le fonti americane, il procuratore generale degli Stati Uniti, Eric Holder, ha chiesto di effettuare una seconda autopsia sul corpo di Brown.

Nella tragedia però non manca mai un po’ di follia: molti media a stelle e strisce riportano che a St. Louis, il Ku Klux Klan, avrebbe addirittura lanciato una “colletta” a favore dell’agente che ha sparato a Michael. Una vergogna!

 

Foto: LA Times 
© Social Channel

Tags: , , ,