Unioni Civili, Bagnasco contro l’utero in affitto

redazione 17 maggio 2016

angelo bagnasco Unioni Civili, Bagnasco contro lutero in affittoIl cardinale Angelo Bagnasco è intervenuto oggi in merito alle Unioni civili nel corso dell’assemblea generale della Cei per la prima volta dall’approvazione parlamentare: “Non si comprende come così vasta enfasi ed energia sia stata profusa per cause che rispondono non tanto a esigenze, già previste dall’ordinamento giuridico, ma a schemi ideologici. La recente approvazione della legge sulle Unioni civili sancisce di fatto una equiparazione al matrimonio e alla famiglia, anche se si afferma che sono cose diverse: in realtà, le differenze sono solo dei piccoli espedienti nominalisti, o degli artifici giuridici facilmente aggirabili, in attesa del colpo finale compresa anche la pratica dell’utero in affitto, che sfrutta il corpo femminile profittando di condizioni di povertà”.

Bagnasco ha citato anche il testo della dichiarazione che Papa Francesco e il patriarca di Mosca Kirill hanno firmato il 12 febbraio all’Avana: “La famiglia si fonda sul matrimonio, atto libero e fedele di amore di un uomo e una donna. Ci rammarichiamo che altre forme di convivenza siano ormai poste allo stesso livello di questa unione, mentre il concetto di paternità e di maternità, come vocazione particolare dell’uomo e della donna nel matrimonio viene estromesso dalla coscienza pubblica”.

Il cardinale ha poi aggiunto che: “Non si comprende come queste affermazioni, tanto chiare di Papa Francesco passino costantemente sotto silenzio, come se mai fossero state pronunciate o scritte. Le facciamo nostre una volta di più, perché insieme con quelle che andremo ad approfondire in queste giornate di confronto fraterno, possano tradursi in impegno fattivo”.

Tematiche complesse che come sempre faranno discutere in merito a quelle che sono le ingerenze della Chiesa nelle decisioni dello Stato.

 

Tags: ,