Ungheria: la clandestinità diventa reato

redazione 4 settembre 2015

budapest Ungheria: la clandestinità diventa reato Il Parlamento ungherese ha riconosciuto la clandestinità come reato. Ha così rafforzato la propria legislazione anti-immigrazione, dopo l’afflusso senza precedenti di rifugiati in transito nel Paese con la speranza di raggiungere Paesi come Austria e Germania: tra le misure approvate anche il reato di clandestinità, passibile di tre anni di carcere. La proposta di legge presentata dal governo del premier Viktor Orban è stata adottata a larga maggioranza, con 140 voti contro 33. Il provvedimento – che entrerà in vigore il 15 settembre – dichiara inoltre lo “stato di crisi”, un gradino sotto quello di “emergenza” ma che concede maggiori poteri alle forze di sicurezza, ad esempio in materia di dispiegamento dell’esercito alle frontiere.

Tags: , , ,