E’ tutto oro ciò che è gratis?

redazione 2 maggio 2016

Jugar Casino Online Desde Tu Smartphone E tutto oro ciò che è gratis?

Per stare al passo coi tempi, al giorno d’oggi, è impossibile non essere aggiornati sulle ultime mode in fatto di internet, console, smartphone e tutto il mondo dei social network che gira intorno alla tecnologia più moderna, un’industria dal fatturato incalcolabile e continuamente in ascesa. Per catturare l’attenzione del maggior numero di potenziali utilizzatori, le aziende impegnate nel settore spendono fior di quattrini in esperti di marketing o loro equivalenti al fine di ideare strategie utili al proprio scopo. Uno tra i “trucchi” più ricorrenti a tal proposito riguarda l’offerta di software, applicazioni o servizi sostanzialmente gratis ma che al loro interno “nascondono” contenuti a pagamento che l’utente finale è portato, in modi più o meno chiari, a sottoscrivere e/o acquistare per poter continuare o semplicemente migliorare la propria esperienza.

Tra i fenomeni più in voga dell’ultimo lustro non si può non segnalare le app ludiche gratis che imperversano su tutti i cellulari di ultima generazione: il re degli sviluppatori si chiama, non a caso, King, ed è la più grande azienda al mondo che produce giochi per Facebook, oltre che per web e mobile. Nonostante i giochi pubblicati siano essenzialmente gratis, in tutte le sue creazioni King offre un corposo numero di elementi a pagamento che talvolta possono essere fondamentali per poter superare i livelli proposti ed alimentare così il turbinio di competitività acuito dalla forte caratterizzazione social derivante dal sistema delle classifiche.

Un altro argomento di stretta attualità è relativo al mondo delle slot machine e dei videopoker online, che da qualche anno hanno espanso le loro terre di conquista ai siti internet e agli smartphone. Tutti o quasi i fornitori di questo genere di servizi, quali ad esempio Casino.com, propongono un allettante bonus di benvenuto che invita i nuovi iscritti a provare i giochi nella speranza che, una volta terminati i crediti gratis, gli utenti possano dar mano al portafoglio per continuare a sfidare la sorte. Lo stesso meccanismo è utilizzato in larga parte anche dai bookmakers, ovvero i gestori delle scommesse legali, prevalentemente a carattere sportivo.

Infine possono essere incluse nel calderone anche le cosiddette versioni trial di software e programmi, una modalità con cui le case di sviluppo diffondono i loro lavori gratuitamente… a tempo. Questa tipologia di proposta, in voga da oltre vent’anni e chiamata anche “shareware“, consente a chi utilizza il software di provarlo a fondo per un numero preciso di giorni, dopo i quali è necessario registrarlo con il pagamento di una licenza che possa nuovamente sbloccarne tutti i contenuti, così da rendere di nuovo tutto disponibile all’utente, ormai soggetto ad “assuefazione” (perlomeno nelle speranze degli sviluppatori).

Tags: , ,