“The Interview”, Pyongyang attacca: Obama “come scimmia nella giungla”

redazione 27 dicembre 2014

 The Interview, Pyongyang attacca: Obama come scimmia nella giungla

 

“The Interview” è finalmente uscito su 300 schermi degli Stati Uniti e racconta la storia di un giornalista americano, James Franco e del suo produttore, Seth Rogen (che ha anche diretto la commedia), che vengono invitati dalla Cia a usare la scusa di un’intervista con il leader coreano Kim Jon-un per poterlo assassinare.

 

Il suo primo giorno di programmazione ha fatto il “tutto esaurito”, guadagnando un milione di dollari, anche se non ha suscitato impressioni particolarmente positive nel pubblico. Molti lo hanno visto “per difendere la libertà di espressione”, per dare “una lezione” agli hacker nordcoreani che avevano minacciato attentati per impedire la distribuzione del film, prodotto dalla Sony.

 

Critiche aspre si sono avute dalla Corea del Nord per l’uscita di questo film satirico, attraverso un comunicato in cui il presidente Barack Obama viene paragonato a una “scimmia nella giungla e sconsiderata”. Nella nota, si accusano gli Usa per il film che viene considerato “disonesto e reazionario che ferisce la dignità della guida suprema della Repubblica democratica popolare di Corea e istiga il terrorismo”.

 

Il comunicato di Pyongyang, oltre al resto, accusa Washington di aver privato la Corea del Nord delle sue connessioni internet all’inizio della settimana, di aver “collegato, senza fondamento, l’attacco di pirati informatici contro la Sony Pictures Entertainment alla Corea del Nord”.

 

La Corea del Nord ha inoltre negato di essere l’autrice delle minacce online ricevute dalla Sony e considera Obama come “il vero colpevole per aver forzato la Sony a distribuire la pellicola indiscriminatamente”, diventando sempre “più sconsiderato in parole e azioni come una scimmia nella foresta tropicale”.

 

© Social Channel

Tags: ,