SYLVESTER STALLONE: abusò della sua sorellastra? La madre lo difende

redazione 25 gennaio 2013

Dramma nella famiglia Stallone. Il New York post rivela che Sylvester Stallone in passato ha abusato sessualmente della sorellastra e che poi ha pagato per il suo silenzio. Ma la madre, Jacqueline Stallone, ha un’altra versione.

 SYLVESTER STALLONE: abusò della sua sorellastra? La madre lo difende

LA VERSIONE DEL NYP - Secondo ciò che viene riportato dal noto quotidiano statunitense, la tragica storia ha inizio 26 anni fa quando Stallone, all’apice della sua carriera, pagò la sorellastra Toni-Ann Filiti per tenere il silenzio riguardo agli abusi sessuali che lui stesso gli avrebbe inflitto. 2 milioni di dollari per cominciare, ai quali si sono aggiunti 16.000 dollari al mese e e un trust di 50.000 l’anno fatti passare sotto forma di spese mediche.

 SYLVESTER STALLONE: abusò della sua sorellastra? La madre lo difende

LA VERSIONE DELLA MADRE - Una storia che fa gelare il sangue e che riemerge a cinque mesi dalla morte per cancro ai polmoni della stessa Toni-Ann Filiti (48 anni). Ma quella raccontata dal New York post potrebbe non essere la verità. Dopo la diffusione della notizia Jacqueline Stallone, la madre di entrambi, racconta la sua versione dei fatti, secondo la quale sua figlia era una tossico dipendente bisognosa di denaro e che Sylvester non molestatò mai la ragazza: “Non si è trattato che di un’estorsione. -dichiara Jacqueline- Toni-Ann prendeva 65 pillole al giorno, per questo ha minacciato Sylvester. Una dipendente dai farmaci farebbe qualsiasi cosa ma lui ha invece sempre cercato di aiutarla”La verità non è chiara, l’unica certezza è che Toni-Ann Filiti soffrì terribilmente e che questa storia, in qualsiasi versione venga raccontata, getta la famiglia Stallone nello sconforto.

Tags: , , , ,