STENDARDO suda… non in campo, ma sui libri!

redazione 12 dicembre 2012

COVER STENDARDO 300 STENDARDO suda... non in campo, ma sui libri!

Tutti i laureati in giurisprudenza lo temono: l’esame per diventare avvocato, cioè per ottenere l’abilitazione, fa paura a molti. Sono 3 giorni lunghi, tesi, snervanti: ci vuole impegno, preparazione, concentrazione e sicuramente non si può avere un secondo lavoro che distoglie l’attenzione da una prova così importante.

NO AL CAMPO… SÌ ALL’AULA – Anche per lui è arrivato il momento di fare il salto di qualità: già, perchè Guglielmo Stendardo si prepara ad affrontare l’esame per diventare avvocato. Nessuna barzelletta, anche se in effetti qui c’è materia a sufficienza per delle grasse risate. Ieri sera la sua Atalanta ha dovuto fare a meno di lui: il difensore napoletano non ha seguito il club a Roma per sfidare i giallorossi, ma è volato a Salerno per… impegni scolastici! Ieri mattina infatti ha dovuto affrontare la prima parte dell’esame che viene suddiviso in 3 giornate.

MA CHI TE LO FA FAREStefano C0lantuono, tecnico dell’Atalanta, ha espresso il suo disappunto in merito alla scelta del suo giocatore: insomma, Stendardo ha snobbato la Coppa Italia, senza contare che domenica c’è la partita contro la Juventus. “Siamo dei professionisti ben pagati” ecco cosa dice: delle serie, con tutti i soldi che ti danno per tirare calci al pallone, non c’è scusa che tenga per non presentarti in campo! Insomma, Stendardo deve assumersi  le sue responsabilità e il tecnico aggiunge: “Spero voglia continuare a giocare a calcio fin quando vorrà, non ha l’impellenza di svolgere la professione di avvocato”. Anche perchè, riflettendoci, chi si farebbe difendere da Stendardo?!

Tags: , , ,