SHOCK! Il dramma di Gabriel Batistuta: “Dopo il ritiro non riuscivo a camminare. Chiesi di tagliarmi le gambe”

redazione 28 agosto 2014

people SHOCK! Il dramma di Gabriel Batistuta: Dopo il ritiro non riuscivo a camminare. Chiesi di tagliarmi le gambe

Per anni ha fatto sognare i tifosi di calcio di tutto il mondo, ma soprattutto di Fiorentina, Roma e Inter. Poi il ritiro e i problemi di salute che hanno costretto Gabriel Batistuta a trovarsi bloccato in un letto: l’ex bomber argentino ha deciso di raccontare il suo dramma ai microfoni di Tyc Sports, mettendo in luce il momento più difficile della sua esistenza.

“Dopo aver smesso col calcio, nel giro di poco tempo praticamente mi sono trovato nell’incapacità di camminare. Non riuscivo più ad alzarmi dal letto”.

Il 45 enne Gabriel Omar Batistuta oggi dice di aver iniziato di nuovo a vivere, lo dice tentando di lasciar emergere un sorriso, ma è difficile per lui ricordare quella che è stata una terribile discesa verso gli inferi:

“Sentivo tanto male che non riuscivo ad alzarmi dal letto e mi urinavo addosso. Il dolore alle caviglie era insopportabile, a tal punto che chiesi al mio dottore di tagliarmi le gambe. Vidi Pistorius e mi dissi che quella era la soluzione. Il medico non volle, mi disse che ero pazzo, mi operò alle caviglia destra ma la situazione non migliorò. Il mio problema è che non ho cartilagini e tendini: i miei 86 chili poggiano sulle ossa e questo mi faceva morire dal male. Poi piano piano la situazione è migliorata. Adesso sto meglio, ho ricominciato a camminare ma c’è voluto molto tempo”.

Ora che ha ricominciato a camminare, Gabriel ha iniziato a giocare a golf e, di tanto in tanto, si diverte a indossare gli scarpini da calcio, anche se la paura resta davvero tantissima. Il suo più grande desiderio però resta solo uno: quello di poter diventare un allenatore. E noi gli auguriamo che possa realizzarlo al più presto!

 

© Social Channel

Tags: , , ,