Sarah Scazzi, venerdì il processo a Taranto. La mamma: “Non mi aspetto verità da Cosima”

redazione 26 febbraio 2015

Nella giornata di venerdì 27 febbraio riprenderà a Taranto il processo d’Appello per l’assassinio della ragazzina di Avetrana.

 

sarah Sarah Scazzi, venerdì il processo a Taranto. La mamma: Non mi aspetto verità da Cosima

 

Domani, venerdì 27 febbraio, direttamente da Taranto riprenderà il processo d’appello per l’assassinio di Sarah Scazzi, la 15 enne di Avetrana che venne uccisa il 26 agosto 2010. La madre della ragazza, la signora Concetta, ha dichiarato che “non si aspetta nessuna verità da Cosima, che si vuole arrampicare sugli specchi”. La madre fa riferimento alle dichiarazioni spontanee di Cosima Serrano, zia della vittima, condannata all’ergastolo in primo grado per omicidio.

 

Oltre a Cosima anche la figlia Sabrina Misseri è stata condannata in primo grado all’ergastolo per l’omicidio della cugina. Michele Misseri invece, che si era addossato la responsabilità dell’omicidio, è stato condannato a 8 anni per occultamento di cadavere.

 

Nel testo integrale delle sue dichiarazioni, la signora Concetta Serrano ha spiegato, attraverso il suo avvocato Nicodemo Gentile:

“In quattro anni (Cosima, ndr) non ha mai parlato, rifiutandosi di rispondere in tutte le occasioni in cui le è stato chiesto. Questo sta ad indicare che, parlando solo ora, ancora una volta si vuole arrampicare sugli specchi, proferendo ulteriori menzogne e infangando così nuovamente la memoria di Sara”.

 

© Social Channel

Tags: , ,