Sarah Scazzi, Sabrina e Cosima restano in carcere

redazione 21 novembre 2014

scazzi Sarah Scazzi, Sabrina e Cosima restano in carcere

 

Per l’intera durata del processo di appello per l’omicidio di Sarah Scazzi, sia Sabrina Misseri che la madre Cosima Serrano resteranno in carcere. La Corte ha così disposto la sospensione dei termini di custodia cautelare in carcere per madre e figlia, entrambe condannate all’ergastolo per la morte della ragazzina 15 enne trovata morta nel 2010 ad Avetrana.
Confermato anche l’obbligo di dimora per Michele Misseri, condannato per occultamento di cadavere.

 

RIPARTE IL PROCESSO. E’ ripreso questa mattina, a Taranto in Corte d’Appello, il processo per l’omicidio di Sarah scomparsa il 26 agosto del 2010 e ritrovata poi priva di vita, i primi di ottobre 2010, all’interno di un pozzo al confine tra le province di Taranto e Lecce.

 

© Social Channel

Tags: