Rottura Fedez e SIAE: apripista italiano?

redazione 30 aprile 2016

Fedez Rottura Fedez e SIAE: apripista italiano?

La rescissione del contratto, a partire dal 2017, tra Fedez e la SIAE rappresenta indubbiamente un’importante passaggio, se non addirittura cruciale, nel macrocosmo dei rapporti tra artisti e gestori dei diritti musicali in Italia. Da una parte, infatti, il rapper e probabilmente il cantante più popolare del momento nella nostra penisola, forte di una carriera musicale certamente invidiabile e della poltrona conquistata nel format televisivo della canzone per eccellenza: X Factor. Dall’altra l’indiscusso monopolista del settore, dal 1941 unico titolare con licenza di gestione e regolamentazione dei diritti musicali in Italia.

Fedez si è di fatto affidato a un cavillo, una legge del 2014 che permette agli artisti italiani di affidarsi a un altro gestore, basta che risiedi legalmente all’estero. E la Soundreef, non a caso, ha sede legale a Londra, nel Regno Unito, anche se di proprietà di italiani. Il motivo appare ormai piuttosto chiaro; oltre alle convenienze economiche che da sempre un mercato liberalizzato si portato dietro, la società londinese fornisce anche report dettagliati e più trasparenti riguardanti il proprio operato, cosa che invece la SIAE non consente, anche se, come riporta il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Dario Franceschini, si sono riscontrati dei problemi legati alla gestione dei diritti derivati, come ad esempio le canzoni inserite nel contesto dei film. Tuttavia, l’eccessiva lentezza burocratica e nei pagamenti del gigante italiano lasciando ampio spazio di manovra alla più snella Soundreef.

Scelta motivata o meno, la presa di posizione di Fedez ha sicuramente aperto una breccia nella muraglia che da quasi un secolo protegge i diritti della SIAE e adesso, probabilmente, altri artisti seguiranno l’esempio del celebre rapper, vuoi perché in qualche modo più sicuri, “protetti” da un cantante con le spalle larghe, vuoi soltanto per emulazione o perché emotivamente trascinati dalla risonanza mediatica che il suo passaggio alla Soundreef ha avuto e avrà nei prossimi giorni e mesi.

Tags: , ,