Il presepe ad Assisi pensa ai migranti

redazione 6 dicembre 2015

 Il presepe ad Assisi pensa ai migranti
“Invito ad aprire il vostro cuore alla misericordia e al perdono… ma non è facile perdonare queste stragi! Non è facile”.

Papa Francesco  si rivolge con queste parole ai migranti e ai rifugiati che sono ad Assisi, per la cerimonia di accensione del presepe e dell’albero di Natale, in videocollegamento con il Vaticano.

“Gesù sempre è con noi, anche nei momenti difficili – ricorda il Papa – Quanti fratelli e sorelle sono annegati nel mare… e ora sono con il Signore. Lui è venuto per darci speranza, per dirci che Lui è più forte della morte, che Lui è più grande di ogni malvagità, che Lui è misericordioso”.

La terra italiana ha ricevuto tanto generosamente i migranti e i rifugiati. Il Sud Italia è stato un esempio di accoglienza e di solidarietà per tutto il mondo”, dice ancora il Papa.

Che ringrazia poi la Guardia Costiera italiana: “Sono donne e uomini bravi, che ringrazio di cuore. Siete stati strumento della speranza che porta Gesù. Voi siete stati fra di noi seminatori di speranza”. Poi esorta i migranti e i rifugiati: “Pur con il cuore addolorato, abbiate la testa alta, nella speranza del Signore”.

Tags: , , ,