Pagamenti online: tra PayPal e la sfida di Alibaba

redazione 1 marzo 2016

Schermata 2016 03 01 alle 14.25.35 Pagamenti online: tra PayPal e la sfida di Alibaba

Negli ultimi anni le abitudini dei consumatori sono molto cambiate e, forse, il cambiamento più importante riguarda proprio gli acquisti online. Questa abitudine, al di là della comodità e dei vari vantaggi, si è diffusa cosi rapidamente anche grazie all’evoluzione dei metodi di pagamento online. Infatti l’e-commerce è arrivato ad un valore di oltre 16 miliardi di euro solo in Italia e l’innovazione non si è di certo fermata soprattutto da quando il mobile ha conquistato i consumatori di tutto il globo. Gli acquisti da smartphone e tablet stanno crescendo molto rapidamente e con loro anche l’evoluzione dei metodi di pagamento che si fanno sempre più tecnologici, veloci e sicuri.

Nel mercato dei pagamenti digitali PayPal è ancora il player di mercato più importante, ma sono molti i concorrenti che non vogliono rimanere indietro, come ad esempio Mastercard. Capire il motivo di questa corsa non è difficile visto che, stando ad una stima di Forbes, stiamo parlando di un mercato che muoverà ben presto 15 trilioni di dollari in tutto il mondo. Cifre importanti che riguardano molti settori, come ad esempio l’ambito lavorativo dove sono nate nuove figure professionali, come ad esempio i consulenti di sicurezza specializzati. Fra i settori che ne hanno tratto maggior beneficio ci sono anche i siti di casino online che offrono la possibilità di giocare alle slot machine e ad altri giochi, di cui senza questa tecnologia non potrebbero assicurare trasparenza e sicurezza ai propri clienti.

Eppure i sistemi di pagamento online hanno ancora importanti sfide da superare, come ad esempio la sicurezza e la protezione dei dati. Infatti, se da una parte la comodità e la velocità fa gola a molti consumatori, dall’altra il rischio di frodi ne spaventa altrettanti. In ogni caso l’innovazione corre veloce e, il colosso cinese “Alibaba” è fra i precursori delle nuove tecnologie. Jack Ma, fondatore della compagnia, ha creato il sistema “smile to pay” che, anche se solo come prototipo, permette di pagare tramite un selfie visto che il software è in grado di riconoscere il volto dell’utente.

Tags: , ,