Omicidio Nemtsov: 5° ceceno sospettato, si è ucciso

redazione 8 marzo 2015

 Omicidio Nemtsov: 5° ceceno sospettato, si è ucciso

 

Un 5° uomo, di origine cecena, sospettato per l‘omicidio del leader dell’opposizione russa, Boris Nemtsov, ucciso a Mosca il 27 febbraio scorso, accerchiato dalla polizia, prima di essere catturato si è fatto esplodere con una granata a Grozny, secondo quanto riferito da fonti investigative.

 

La polizia russa aveva circondato l’edificio del suo appartamento. Intimatogli di arrendersi, l’uomo ha lanciato una prima granata contro la polizia, senza provocare vittime alcune, poi si è fatto saltare in aria.

 

Uno dei sospettati intanto ha confessato.

 

© Social Channel

Tags: