Omicidio “Buranelle”: dopo 23 anni dalla scomparsa di Paola e Rosaria un arresto

redazione 18 settembre 2014

Omicidio “Buranelle” Omicidio Buranelle: dopo 23 anni dalla scomparsa di Paola e Rosaria un arresto

Finalmente dopo 23 anni, un uomo è stato arrestato: si tratta di Nicola Alessandro, fidanzato di Rosalia Molin, che la procura di Venezia, come “atto dovuto”, ha provveduto ad iscrivere nel registro degli indagati con l’imputazione di duplice omicidio ed occultamento di cadavere. Le due ragazze di Burano, Paola Costantini e la nipote Rosalia Molin, di 29 e 25 anni, erano sparite il 27 ottobre del 1991 dopo essere scese dal vaporetto a Treporti, per andare al cinema a Jesolo (Venezia).
Nonostante le ripetute ricerche effettuate dalla Squadra mobile della Polizia di Venezia, di loro nulla è più emerso sino a due anni fa, quando l’inchiesta affidata al Procuratore aggiunto Carlo Nordio  è stata riaperta,  a seguito di un supertestimone  rimasto fino ad allora in completo silenzio. Sulla base di quanto raccontato da quest’ultimo, i corpi delle due donne sarebbero stati sepolti nella zona di Cavallino Treporti nella sabbia della spiaggia, nei pressi di un bar. Con le strumentazioni del caso, è partita la ricera di tracce umane nelle aree picchettate dai tecnici e dalla Polizia. L’ipotesi avanzata dagli investigatori è quella che siano state uccise dopo una lite.

© Social Channel

Tags: , , , , ,