Le “invasioni” di Kasia

redazione 28 febbraio 2013

Mentre lo Tsunami Grillo sta sconvolgendo il panorama politico italiano, un altro ciclone, di natura meno rivoluzionaria, si sta piacevolmente abbattendo su gran parte degli italiani: Kasia Smutniak.

kasia smutniak default Le invasioni di Kasia

L’ “INVASIONE” DI KASIA - Dopo essercela goduta nelle vesti di Franca Gandolfi, vedova di Modugno, nella fiction Volare, ieri sera Kasia è stata ospite alle Invasioni Barbariche dove ha promosso il suo nuovo film, la commedia sociale di Rolando Ravello (all’esordio come regista) Tutti contro tutti. Piacevolmente incalzata da una Daria Bignardi nelle vesti di fan numero uno, la Smutniak ha raccontato ancora di sè, della sua vita con Pietro e della sua vita dopo Pietro, riesumando dolci ricordi che ha condiviso con il suo Guerriero prima che il triste destino glielo portasse via. Discorsi già affrontati ripetutamente, ma che raccontati con l’eleganza pura di Kasia riescono sempre a suscitare interesse. Ha confessato anche di non amare particolarmente il suo timbro vocale: detesta rivedersi, in tv e al cinema. Ci permettiamo di tranquillizzarla: Kasia, non è il caso di farsi questi problemi.

155 Le invasioni di Kasia

PAPARAZZATA  E STIZZITA - Eccola, Kasia. mentre passeggia nella zona del quadrilatero della moda milanese. La classe non le manca mai, anche quando i paparazzi la “mitragliano” di scatti, lei esprime il suo dissenso senza però cadere in gesti plateali. Un cenno con la mano e uno sguardo in cagnesco rivolto all’obiettivo sono più che sufficienti.

Kasia Smutniak Le invasioni di Kasia UNICA - Per descrive la grandezza di questa meravigliosa ragazza polacca, è sufficiente fare una semplice riflessione: avete mai sentito qualcuno accennare un’ accusa nei suoi confronti? Solo pochi stolti, carichi di una triste dose di superficialità, hanno contestato all’attrice di essere uscita allo scoperto con un nuovo compagno, il produttore Domenico Procacci, a distanza troppo ravvicinata dalla drammatica scomparsa dell‘amato ex Pietro Taricone. Escludendo con piacere questa piccola categoria di pusillanimi che hanno puntato con cattiveria il dito verso la sensibilità di Kasia, la sua immagine le ha regalato tanti apprezzamenti e innumerevoli attestati di stima. Ne ha fatta di strada da quando, come tantissime sue connazionali, è arrivata in Italia giovanissima per tentare la carriera di modella con una piccola valigia carica di sogni. Oggi quella valigia è quasi vuota. Oggi Kasia è donna, è mamma, e la sua vita professionale non sembra conoscere ostacoli. Affermarsi per quello che si porta dentro, per una bellezza autentica come la sua, è roba da poche. Nonostante la nostra sia una società che negli ultimi decenni è stata temprata da concetti edonistici, la sua avvenenza talvolta rischia persino di passare in secondo piano. Un gradino sotto il suo sensuale charme. Una donna che ogni uomo, con la u maiuscola s’intende, vorrebbe al suo fianco e che probabilmente molti uomini – sempre con la u maiuscola – potrebbero avere anche senza essere facoltosi uomini d’affari o ricchi imprenditori. Perchè Kasia ama la semplicità. Senza considerare quella parte di sè che rimarrà per sempre riservata a Pietro, ora il suo cuore appartiene a Domenico Procacci, produttore di Fandango e figura perfettamente incline alla purezza della “nostra amica” polacca. Si parla di matrimonio e di figli, ma per ora Kasia pensa a godersi la sua tanto ricercata serenità. E noi pensiamo a goderci lei.

223 Le invasioni di Kasia

 

Tags: , , , ,