Le nega cellulare e computer, studentessa spara alla madre

redazione 29 ottobre 2015

carcere Le nega cellulare e computer, studentessa spara alla madre

La madre aveva proibito a sua figlia di 17anni di usare computer e cellulari come punizione per il cattivo andamento scolastico. La studentessa, accecata dal divieto, ha ucciso con freddezza sua madre. Il fatto è avvenuto a maggio Melito Porto Salvo, in Calabria. I carabinieri l’hanno arrestata soltanto ora, in seguito al ritrovamento di un’impronta digitale della studentessa trovata sulla pistola usata per compiere il crimine.  La diciassettenne è accusata di omicidio aggravato dai motivi abbietti e futili. La ragazza è stata portata in un istituto penitenziario minorile fuori dalla Calabria. La ragazza, che ha agito con lucida freddezza e premeditazione, secondo quanto emerge dall’ordinanza, aveva inizialmente raccontato agli investigatori che la madre era stata uccisa da un misterioso killer.

Tags: , , , , ,