Navigare con sicurezza in rete: tutto ciò che non sappiamo?

redazione 14 ottobre 2014

sicurezza Navigare con sicurezza in rete: tutto ciò che non sappiamo?

 

Ormai internet è alla portata di tutti: grandi, piccini e anche anziani. Peccato però, che tanto è elevata la voglia di avere internet quanto la superficialità con cui andiamo a rivelare e condividere certe informazioni. Vi sarà sicuramente capitato di andare in una qualunque città e trovare una rete pubblica aperta: internet gratis è di certo un bel paradiso, ma è altrettanto pericoloso. Foto, dati, file personali e quant’altro vengono in qualche modo messi a disposizione di terzi.

Una recente indagine eseguita da Europol (prendendo in esempio la città di Londra, soprattutto le zone più comuni ai turisti e ai non turisti) ha dimostrato come la privacy di ogni utente, che si collega a una rete pubblica aperta, sia del tutto inesistente.
Occorre prestare molta attenzione: durante il test eseguito dalla F- Secure si sono accorti come la gente non faccia caso ai termini e condizioni dell’utilizzo. La F-Secure ha addirittura fatto una prova inserendo tra i termini e le condizioni l’obbligo di rinunciare al primo figlio o all’animale. Incredibile no?

E’ fondamentale leggere attentamente i termini e le condizioni quando ci si collega a una rete aperta: il consiglio più utile che possiamo darvi è quello di accedere a reti sicure con crittografia SSL o TSL, in breve dei protocolli crittografati in piena sicurezza garantendo una navigazione sicura grazie ai protocolli TCP/IP. Quindi ogni qualvolta entriate in un browser e volete avere la certezza di navigare in completa sicurezza, assicuratevi che nella barra degli indirizzi il sito inizi con “HTTPS” o che spunti un icona a forma di lucchetto.

Ricordate comunque sia di non eseguire operazioni importanti quando accedete a una rete pubblica, ad esempio una delle più comuni e sbagliate, gli acquisti online o inserimento di dati bancari.

 

© Social Channel

Tags: , ,