Morto Marco Pannella, leader radicale

redazione 19 maggio 2016

marco pannella Morto Marco Pannella, leader radicaleMarco Pannella, leader dei radicali, è morto oggi, era ricoverato in ospedale in condizioni critiche. Secondo i medici che lo avevano in cura non c’erano più speranze. Il politico 86enne soffriva di dolori dal 2 maggio, giorno del suo compleanno. Una situazione che ovviamente gli ha impedito di continuare a partecipare anche alle trasmissioni di Radio Radicale.

Un male incurabile che purtroppo ha preso il sopravvento. Claudio Santini, suo medico curante, ha deciso per il ricovero in una struttura che il leader radicale aveva già frequentato, soprattutto quando le sue battaglie e i suoi digiuni di protesta gli facevano perdere le forze. I medici della struttura hanno chiesto a Pannella se volesse essere sedato per smettere di soffrire e lui ha accettato.

Marco Pannella è noto per le sue battaglie per i i diritti civili in Italia e nel mondo: pena di morte, eutanasia, legge sul divorzio e sull’aborto, unioni civili e non solo. Ieri sera era arrivato anche il saluto via social del presidente del Consiglio Matteo Renzi.  Martedì ha ricevuto i saluti di papa Francesco, arrivati con le parole di monsignor Vincenzo Paglia che si era recato direttamente in ospedale per riferirgli il messaggio del Santo Padre.

Marco Pannella, al’anagrafe Giacinto Pannella, era nato a Teramo, il 2 maggio 1930. Nel 1955 è stato tra i fondatori del Partito Radicale dei Democratici e dei Liberali. Laureato nel 1955 all’Università di Urbino in giurisprudenza, è stato parlamentare per la prima volta nel 1978, eletto per cinque legislature e membro del Parlamento Europeo per 6 volte.

Una lunga carriera in cui si è sempre contraddistinto nel portare avanti e sostenere le proprie idee spesso anche al limite, con scioperi della fame, che non ha mai smesso di fare quando necessario, anche in età avanzata.

Tags: