E’ morto Bud Spencer, il gigante buono

redazione 28 giugno 2016

bud spencer E morto Bud Spencer, il gigante buonoE’ morto a Roma Bud Spencer, all’anagrafe Carlo Pedersoli. Aveva 86 anni. A dare la notizia il figlio Giuseppe: “Papà è volato via serenamente alle 18.15. Non ha sofferto, aveva tutti noi accanto e la sua ultima parola è stata ‘grazie’”. Era nato a Napoli il 31 ottobre del 1929.

All’inizio degli anni Quaranta si trasferisce a Roma con tutta la famiglia per motivi di lavoro del padre. Qui Carlo entra in un club di nuoto. In seguito vivrà in Sudamerica, fra Brasile e Argentina. Torna in Italia e viene tesserato dalla Lazio Nuoto, si afferma nello stile libero e nelle staffette miste, entra nella storia come il primo italiano a infrangere la barriera del minuto netto, 59”5. Viene convocato per la Nazionale, partecipa agli Europei di Vienna, vince due medaglie ai Giochi del Mediterraneo del 1951 in Egitto.

All’università frequenta sia Giurisprudenza che Sociologia, non si laurea ma si avvicina al cinema, debutta in Quo vadis?. In seguito partecipa Olimpiadi di Helsinki, ai Giochi del Mediterraneo a Barcellona e alle Olimpiadi di Melbourne. Poi torna in Sudamerica dove lavora in un’impresa impegnata nella costruzione della Panamericana e all’Alfa Romeo di Caracas, dove resta fino al 1960. E’ l’anno delle Olimpiadi di Roma alle quali partecipa e successivamente sposa Maria, conosciuta quindici anni prima. Diventa padre di Giuseppe, seguiranno Christiana, nel 1962 e Diamante nel 1972.

Pedersoli lavora come discografico con la RCA, produce documentari per la Rai e torna a recitare, in Dio perdona… io no!. Nel 1967 incontra Mario Girotti, anche a loro viene consigliato di cambiare nome: nascono così Bud Spencer e Terence Hill, coppia dei successi al botteghino. Gira anche altri film, alcuni impegnati ma un altro grande successo è la trilogia di Piedone.

Intere generazioni lo ricordano con affetto per quei film che in coppia con Terence Hill hanno reso più allegri molti momenti.

Tags: