Michael Jackson, “Roulette russa” con le droghe

redazione 27 settembre 2013

jacko Michael Jackson, Roulette russa con le droghe

Si apre un nuovo capitolo del caso Michael Jackson, un capitolo che riguarda il processo che vede opposte la famiglia del Re del pop e la sua ex etichetta discografica, la AEG, il cui compito era quello di finanziare l’ultimo tour del cantante. Come ogni processo legato alla figura di Jacko sono emersi dei dettagli scioccanti, veri o presunti che essi siano che tornano a chiamare in causa l’uso di droga! A prendere parola e’ stato l’avvocato dell’AEG, Marvin Putnam, il quale ha difeso l’etichetta spiegando:

“L’AEG non avrebbe mai acconsentito a finanziare il tour se avesse saputo che il sig. Jackson stava giocando alla roulette russa nel suo letto ogni notte”

Secondo le sue parole, l’AEG non sapeva che al cantante fosse stato prescritto del propofol, che e’ poi stato per lui letale. Inoltre, viene fatto notare che Jackson ha fatto di tutto per tenere al suo fianco il dottor Conrad Murray: davanti all’invito dell’AEG di rivolgrsi ad altri medici, MJ avrebbe sempre rifiutato di prendere in considerazione l’idea.

Come se non bastasse, arrivano anche le critiche rivolte alla mamma del Re del Pop: lei dichiara di voler scoprire la verita’ sulla morte del figlio, ma secondo Putnam farebbe di tutto pur di non accettare la realta’ dei fatti:

“Ha fatto delle scelte sbagliate che sono sfociate in un’orribile tragedia. Non potete prendervela con altri per le sue scelte sbagliate”

Il botta e risposta continua!

FOTOGALLERY: Michael Jackson

Tags: , , , ,