Medici senza Frontiere: crimine di guerra attentato ospedale

redazione 4 ottobre 2015

medici senza frontiere Medici senza Frontiere: crimine di guerra attentato ospedale

Per Medici senza Frontiere è un crimine di guerra l’attentato all’ospedale di Kunduz, Afghanistan, che ha causato 22 vittime. L’ong si è ritirata da Kunduz, chiede ora un’indagine “condotta da un organismo internazionale indipendente”. L’assenza della struttura, l’unica nel nordest dell’Afghanistan in grado di lavorare su casi gravi, avrà un impatto devastante sulla popolazione. “Non è più operativa,i pazienti sono stati trasferiti,non sappiamo se il centro traumi riaprirà”