Matteo Bobbi protegge Nina Moric: “E’ finita per colpa mia, non permettetevi di giudicarla”

redazione 30 maggio 2013

Schermata 05 2456443 alle 14.47.36 Matteo Bobbi protegge Nina Moric: E finita per colpa mia, non permettetevi di giudicarla

MATTEO BOBBI DIFENDE NINA MORIC - Solo 24 ore fa SocialChannel vi ha annunciato la fine della storia d’amore tra Matteo Bobbi e Nina Moric, una rottura inaspettata che e’ stata ufficializzata con un post via Twitter del pilota, al quale hanno poi seguito numerosi “cinguettii” della modella croata. La stessa Nina e’ stata pesantemente presa di mira, anche sulla nostra pagina Facebook facendo cosi’ scatenare l’ira di Matteo il quale ha deciso di prendere parola per difendere la sua ex fidanzata attraverso Twitter:

“Che nessuno si permetta di giudicare Nina. La relazione e finita per colpa mia e per colpa del mio carattere difficile. Lei e una grande madre. Ed e stata una stupenda fidanzata. La colpa di questo fallimento e mia e solo mia. Che nessuno si permetta di giudicarla senza sapere nulla. Rimame tra di noi un grosso legame di amicizia e di rispetto. E questo e quello che conta di piu’. Purtroppo io ho un carattere di merda e queste sono le conseguenze”.

Il pilota non sopporta che Nina Moric sia stata descritta come una pessima madre senza alcun motivo, e ci tiene lui stesso a tutelare il rapporto tra lei e Carlos:

“Continuo a non capire tutti questi commenti cattivi. Le storie nascono e per mille motivi possono finire. Capita a tutti. Il mio intervento era solo per dire di non attaccare Nina, perche’ lei non ha nessuna colpa in cio’ che e’ successo. Solo questo voglio dire. E ribadisco che Nina e’ sempre stata e sempre sara’ una ottima persona ed una ottima madre. E questo e’ quello che tutta la gente che la conosce pensa di lei”.

Un applauso a Matteo Bobbi, un vero gentleman pronto a sfidare tutto e tutti per difendere la sua fid…la sua ex fidanzata!

Schermata 05 2456443 alle 14.51.09 Matteo Bobbi protegge Nina Moric: E finita per colpa mia, non permettetevi di giudicarla

Tags: ,