Matrimoni gay, Bagnasco: “Sono un cavallo di Troia”

redazione 10 novembre 2014

bagnasco Matrimoni gay, Bagnasco: Sono un cavallo di Troia

 

“È irresponsabile indebolire la famiglia, creando nuove figure per scalzare culturalmente e socialmente il nucleo portante della persona e dell’umano”.

Questa è l’apertura firmata dal cardinale Angelo Bagnasco, intervenuto all’Assemblea straordinaria dei vescovi italiani, dove ha scelto di parlare in modo schietto e netto dei matrimoni gay, da lui definiti come “un cavallo di Troia”.

 

La scelta di quei comuni italiani di riconoscere i matrimoni gay celebrati all’estero, secondo Bagnasco, ci permette di assistere a “distinguo pretestuosi che hanno l’unico scopo di confondere la gente e di essere una specie di cavallo di Troia di classica memoria”.

 

Per il cardinale, l’amore non è solo sentimento, ma è decisione e i figli sono “i soggetti più deboli e delicati, hanno diritto a un papà e a una mamma”.

 

© Social Channel

Tags: ,