MARIO BALOTELLI e la t-shirt della discordia

redazione 15 ottobre 2012

0MBW9VHA 473x264 MARIO BALOTELLI e la t shirt della discordia

Ci sono magliette che inneggiano alla libertà, come la “To Be Free” di Fabrizio Corona e altre che si pongono delle domande… come quella commercializzata dall’azienda Umbro, sponsor tecnico del City, che ha messo sul mercato una t-shirt con la scritta “Why Always Me?” della quale Mario Balotelli pensava di detenere i diritti. E’ il tabloid Mirror a tirar fuori questa storia legata alla maglia, indossata da  SuperMario nel famoso derby del 6-1 contro lo United, in ricordo della sua “notte dei fuochi d’artificio”. La scelta da parte della Umbro di monetizzare lo slogan di Balotelli vendendo delle repliche della t-shirt senza il suo consenso all’utilizzo della frase, sembra che  l’abbia mandato su tutte le furie. Da qui la richiesta di una percentuale dei profitti chiesta all’azienda tramite Les Chapman, ovvero l’uomo che al City si occupa delle maglie e delle sotto-maglie e da questi resa nota al Mirror. “Quando Mario se ne uscì con l’idea di ‘Why Always Me?’ fu davvero brillante – racconta Chapman – ma una volta saputo che Umbro aveva cominciato a vendere le magliette con quella scritta, lui mi chiese di chiamarli per la commissione, ma loro risposero che quelle parole non erano di nessuno”. Peccato però che la tesi sostenuta dalla Umbro sia quella – guarda un po’ –  di non aver mai ricevuto una richiesta in tal senso…

Tags: , ,