LINDSAY LOHAN nuovamente nei guai!

redazione 30 novembre 2012

COVER LOHAN 3002 LINDSAY LOHAN nuovamente nei guai!

Vi avevano già parlato recentemente di Lindsay Lohan, ed ecco che ora siamo qui a scriverne nuovamente, perché la 26enne newyorkese ne ha combinata un’altra delle sue…

ARRESTATA – Dopo la furiosa lite con Carolina Marconi per via di un uomo, la Lohan è finita ancora nei guai sempre per questioni di gelosia. Interessata a Max George della boy band britannica The wanted, la Lohan pare essersi scagliata contro la “rivale” in questione, tale Tiffany Mitchell. Il fattaccio è avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì all’interno del Club Avenue di New York. Come in un incontro di box, Lindsay ha sferrato pugni a tutto andare alla malcapitata Tiffany, di professione sensitiva. Quest’ultima – secondo alcuni racconti, avrebbe offerto a Lindsay di leggerle la mano gratis, ma di porgere la mano alla sua contendente la Lohan non aveva proprio voglia e, dopo averla invitata a “sloggiare”, l’avrebbe chiamata “zingara del c…o”. Come si poteva prevedere, le versioni sono discordanti, e LiLo ha smentito di aver alzato anche solo un dito verso Tiffany. Difficile crederle, dati i suoi precedenti…

IN GATTABUIA UNA NOTTE – Condotta immediatamente in carcere – attorno alle 4 del mattino -, la Lohan è stata poi rilasciata l’indomani, e prontamente ha ricevuto un appello via Twitter lanciato dal suo assistente Gavin Doyle: Dopo averti tirato fuori dalla cella ieri sera, spero e prego che cercherai l’aiuto di cui ha disperatamente bisogno. Stiamo facendo tutti il tifo per te. La vita non è un film, è una realtà che va affrontata. Ci auguriamo che segua il suo consiglio, che poi è lo stesso che le giunge da più parti, in primis dalla sua famiglia, estremamente preoccupata per la sua condizione di salute. A livello giudiziario, quest’episodio aggrava ulteriormente la posizione di Lindsay: un’eventuale incriminazione, infatti, potrebbe comportare la revoca della libertà condizionata alla quale è al momento sottoposta. La decisione, ovviamente, spetta ad un giudice, ma la possibilità che la donna possa ritrovarsi presto dietro le sbarre è davvero concreta.

Tags: , , , , , , , , , , ,