“L’incidente di Bianchi era inevitabile”, la Fia si difende

redazione 11 ottobre 2014

gia Lincidente di Bianchi era inevitabile, la Fia si difende

“Niente avrebbe potuto essere fatto meglio. La safety car non era necessaria in quelle condizioni, in un caso analogo mi comporterei nello stesso modo. L’incidente di Bianchi è stata la tempesta perfetta. Prevedibile? No. Inevitabile”

Questa è l’autodifesa del direttore tecnico Charlie Whiting, il quale sembra essersi fatto pubblicamente i complimenti per come è stata gestita la situazione di emergenza in seguito al terribile incidente di Jules Bianchi a Suzuka.

“Nonostante le bandiere gialle i dati mostrano che Jules aveva rallentato poco rispetto al giro precedente”.

Il pilota ha colpito le barriere a 180 km/h subendo una decelerazione di 92 G in 20 millesimi.

 

© Social Channel

Tags: ,