Libia e Italia, sale tensione

redazione 1 novembre 2015

cimitero italiano libia Libia e Italia, sale tensione

È stato devastato il cimitero cattolico italiano a Tripoli. Lo fa sapere l’Associazione Italiana Rimpatriati dalla Libia (Airl). “Sono immagini che si commentano da sole per la loro inciviltà e che completano il quadro tragico della situazione in Libia”, afferma la presidente dell’Airl Giovanna Ortu alle agenzie di stampa. Intanto il governo di Tobruk avverte: “Ci sono tre navi da guerra italiane nelle nostre acque  nei pressi delle coste di Bengasi, a Daryana”, ovvero a circa 55 km a est della città. Ma il governo italiano nega. ”La notizia diffusa stamane da fonti libiche circa la presenza ieri di tre navi italiane nelle acque territoriali libiche è falsa”.

Tags: , , , ,