L’ammonimento di “RINGHIO” GATTUSO

redazione 4 dicembre 2012

COVER GATTUSO 300 Lammonimento di RINGHIO GATTUSO

Tutti conoscono il suo temperamento e non solo mentre insegue il pallone: Gennaro Gattuso è quel tipo d’uomo che ha il fuoco dentro e l’ha nuovamente dimostrato.

CARTELLINO ALLA MANO – Nella partita tra Sion e il club Young Boys di Berba, Gennaro Gattuso è sceso in campo in veste nuova: quella di arbitro improvvisato! Siamo all’82′  e la squadra di Gattuso sta perdendo 2-1, quando arriva il fallo di Raphel Nuzzolo, attaccante avversario. Ovviamente l’arbitro Nikolaj Hanni se ne accorge e interrompe il gioco per procedere all’ammonimento. Peccato che mentre sta per afferrare il cartellino giallo, Ringhio gli va incontro minaccioso, gli strappa il cartellino dalle mani e lo mette sotto al naso di Nuzzolo. Coraggioso! Purtroppo però alla fine Gattuso ha avuto poco da festeggiare perchè è stato proprio Nuzzolo a segnare il 3-1 della vittoria.

GATTUSO COME GASCOIGNE – C’è un precedente: prima del nostro Gattuso, a rubare il cartellino all’arbitro era stato Paul Gascoigne nel lontano 1995. Il calciatore inglese era noto per i suoi scherzi e per le sue uscite poco signorili. Proprio  Gattuso era stata una delle sue vittime: Gascoigne gli aveva lasciato un “regalino” nella sacca… “Sono dovuto tornare a casa senza mutande…” ricorda Ringhio in merito alla vicenda. Già, perchè il collega inglese aveva usato la sua sacca come toilette, facendo lì dentro… la pupù!

Tags: , , , ,