L’addio degli ex Premier

redazione 25 ottobre 2012

Immagine30 Laddio degli ex Premier

Silvio Berlusconi, Massimo D’Alema e Walter Veltroni si fanno da parte. Nel “bene” e nel “male” – a seconda di come la si pensi ” tre protagonisti di spicco della Seconda Repubblica che annunciano il loro ritiro, non certo dalla politica ma dal ruolo attivo che in questi anni hanno ricoperto. Motivazioni diverse, punti di vista differenti che però si concretizzano in eguale maniera.

TRE MODI DIFFERENTI DI LASCIARE – Lo scorso 14 ottobre, l’ex segretario del Partito Democratico Veltroni lascia con un semplice “Non mi ricandido“; ieri è stato invece il turno di Silvio Berlusconi che, in maniera più consona al personaggio, ha dichiarato «Per amore dell’italia si possono fare pazzie e cose sagge. Diciotto anni fa sono entrato in campo, una follia non priva di saggezza: ora preferisco fare un passo indietro per le stesse ragioni d’amore che mi spinsero a muovermi allora. Non ripresenterò la mia candidatura a premier ma rimango a fianco dei più giovani che debbono giocare e fare gol. Ho ancora buoni muscoli e un po’ di testa, ma quel che mi spetta è dare consigli, offrire memoria, raccontare e giudicare senza intrusività“, annunciando allo stesso tempo le primarie del PdL, che si svolgeranno il prossimo 16 Dicembre. Quello che ancora vive una situazione non del tutto precisa è Massimo D’alema, che annuncia lo scontro politico se Matteo Renzi dovesse trionfare alle primarie. Se invece dovesse vincere Bersani, la sua posizione è chiara: “Se vince Bersani non chiederò deroghe alla regola del Pd per cui non si possono svolgere più di tre mandati in Parlamento“.

 

 

Tags: