Kobane Calling: l’intervista di Zerocalcare a Repubblica

redazione 4 maggio 2016

immagine kobane Kobane Calling: lintervista di Zerocalcare a Repubblica

Dopo il successo di Kobane Calling, Zerocalcare, approda a Repubblica. Alle pagine del quotidiano racconta il suo incontro con le donne di Kobane e le guerrigliere Pkk.

Kobane Calling è la messa a fumetto di due viaggi che hanno visto Zerocalcare approdare in Siria.

Il primo risale al novembre 2014; Kobane è ancora assediata dall’Isis: << Sino al nostro arrivo su quel territorio di italiano vi erano solo i centri sociali. Eravamo andati per capire che cosa potevamo fare in quella situazione ma, ci siamo resi conto che molto più di quello che potevamo portare noi, c’erano un sacco di cose che potevamo portare a casa in termini d’insegnamento.>>.

Una città che mostra una Rojava retta da un autogoverno, dove la convivenza tra etnie, popoli e religione fa da padrone. Istituzione del reddito, sostenibilità sono solo alcuni dei valori che orientano questa striscia di terra che affonda le radici in sistemi feudali e patriarcali, a cui fanno da contraltare campi profughi con case per le donne.

In un tale realtà non c’è spazio per matrimoni combinati, spose bambine ma solo per organizzazioni sociali che operano nell’ottica dell’antiviolenza, dove la prevaricazione maschile è assente.

Una città con forze armate sì, ma dove la componente femminile non perde la sua maternità, dove si incontra la comandante Nasrin che piange i suoi morti:<< Si faceva carico non solo dei morti ma di tutto quello che li circondava, dai familiari agli amici.>>.

Donne come quelle del Pkk, testimoni del secondo viaggio (luglio 2015), che trovano nella guerriglia un riparo, una fortezza contro le violenze familiari. Storie di liberazione vera e propria, individuale prima che politica. Storie che parlano di inclusione, messa al bando dalla formula occidentale: “Più sicurezza, più chiusura” che <<consegna sempre più persone a quelle sacche di emarginazione che alimentano quella guerra>>.

 

Approfondimento: Link1; Link2; Link3.

 

Tags: , ,