Il mondo floreale di Irma Servodio

redazione 28 gennaio 2013

NON HO NIENTE SE NON HO TE olio su tela 120x150 cm Il mondo floreale di Irma Servodio

Non sono fotografie e nemmeno immagini elaborate al computer, sono le magnifiche e romantiche creazioni di un talento emergente della pittura italiana: Irma Servodio.

Giovanissima pittrice campana, nasce nel 1984 a Benevento, appassionata d’arte fin da bambina, influenzata dal nonno Domenico e dal papà Remo, abile restauratore ligneo. L’amore per l’arte la porta prima a diplomarsi al Liceo Artistico di Benevento e successivamente a laurearsi con lode in Cultura e amministrazione dei beni culturali prima, e in Storia Medievale presso l’Università Federico II di Napoli, in seguito.

Dipinge prevalentemente fiori:  rose, margherite, orchidee e lo fa con una strabiliante abilità tecnico-signica. Il colore è la sua forza, la pennellata decisa, quella che ha sempre contraddistinto i talenti di questo accattivante universo chiamato Pittura.

“Chi cerca di possedere un fiore, vede la sua bellezza appassire, ma chi lo ammira in un campo, lo porterà sempre con sé. Perché il fiore si fonderà con il pomeriggio, con il tramonto, con l’odore di terra bagnata e con le nuvole all’orizzonte” scriveva Paulo Coelho in Brida negli anni ’90. Irma Servodio cattura queste immagini stupende dei fiori, le fa sue e le riproduce sulla tela, talvolta con opere di grande formato, davvero capaci di rapirti, di inghiottirti, di trasportarti emozionalmente dentro il suo capolavoro.

Cura del particolare, scelta del colore, prospettiva ricercata e studiata, fanno di lei una delle giovani emergenti su cui punto da tempo. Nel corso degli ultimi anni i suoi dipinti, che qualcuno avvicina, a ragione, alle opere del grande maestro Marc Quinn, sono entrati a far parte di collezioni importanti non solo in Italia ma anche e soprattutto all’estero. Opere che hanno riscosso grande successo per l’emozione profonda che trasmettono. A questo va aggiunta la voglia di puntare su un artista giovane e motivata, elemento importante negli ultimi anni in cui il mercato sembra, finalmente, essersi stancato dei soliti volti noti, super pagati. Scoprire e valorizzare, attraverso l’acquisto di opere che hanno obbligatoriamente ancora un prezzo accessibile a tutti, una giovane emergente come la Servodio è una scommessa, che senza dubbio vale la pena di essere tentata.

Da due anni prende parte, con la mia galleria Art Events Mazzoleni, all’evento Summer Art presso il resort Forte Village in Sardegna. Io e Irma stiamo lavorando sodo al processo di valorizzazione artistica, certi, entrambi, che alla fine la bravura e il talento premieranno questi sforzi.

 Mario Mazzoleni

Tags: