I Coldplay incantano città del Messico: un bambino autistico si commuove

redazione 27 aprile 2016

art 1 I Coldplay incantano città del Messico: un bambino autistico si commuove

Sta spopolando su YouTube un video che vede come protagonisti un padre ed un figlio. Il video vede un bambino entusiasta prima di assistere al concerto dei suoi beniamini. La scena si apre con il bambino che conosce a menadito i titoli dell’ultimo album del suo gruppo preferito, i Coldplay. Fin qui nulla di strano.

Eccezionale la storia che si cela dietro i due protagonisti del video: un bambino che è affetto da autismo ed un padre che lotta tutti i giorni con una malattia che rischia di rubargli suo figlio. Abbiamo a che fare quindi con una vita “che fa eccezione”, una vita da “extraterrestre”, che il 16 aprile scorso si è incrociata con la musica dei Coldplay al Foro Sol di città del Messico, scandita dal tempo di Fix You.

<<Tears streaming down your face and I/Light will guide you home>>, recita il ritornello del singolo, e lacrime solcano ad un certo punti il volto di entrambi. Tutto merito della musica, quel linguaggio universale che porta loro e tutti noi ad aprirci al mondo, che ci conduce a casa, ormai rinati, nuovi.

<<Questo genere di cose danno un senso a tutto…>>il commento di Chris Martin, leader del gruppo; danno un senso alla realtà di questo bambino, permettendo a ciò che lo circonda di entrare nel suo mondo.

Molti sono quelli che hanno dimostrato come la musica può essere un ottimo mezzo di comunicazione per i bambini autistici: la musica <<favorisce la sintonizzazione con l’Altro>>, favorisce l’interazione sociale, non isola.

In un mondo dove la solitudine è il nemico di molti, non ci resta che CONDIVIDERE, non solo il video ma, soprattutto il messaggio che Luis Vazquez, il padre, vuole lanciare: non facciamo della solitudine il nostro baluardo, non lasciamo questi bambini da soli!

Quindi anche noi, oggi, CONDIVIDIAMO!

Approfondimento:Link1;Link2;Link3;Link4

Tags: , ,