Ecco chi sono gli ostaggi italiani uccisi dall’Isis

redazione 3 marzo 2016

piano e failla Ecco chi sono gli ostaggi italiani uccisi dallIsisSi chiamavano Fausto Piano e Salvatore Failla i due ostaggi italiani uccisi in Libia. Sarebbero deceduti durante un conflitto a fuoco avvenuto alla periferia di Sabrata, che avrebbe impegnato le forze di sicurezza libiche e il convoglio dell’Is che si stava trasferendo con i due italiani. Nessuno del gruppo terrorista si sarebbe salvato e le forze di sicurezza libiche avrebbero recuperato i corpi dei due italiani.

I due erano tecnici della ditta Bonatti sequestrati la scorsa estate.

Failla, 47enne, originario di Carlentini, in provincia di Siracusa, è un saldatore specializzato. Padre di due figlie di 22 e 12 anni, prima di spostarsi in Libia aveva lavorato in Tunisia.

Piano, invece, è un meccanico di 60 anni di Capoterra (Cagliari). Sposato, con tre figli, Giovanni, Stefano e Maura, prima di lavorare per la Bonatti di Parma gestiva un’officina meccanica. In Libia è arrivato solo una settimana prima del rapimento.

Oltre loro due in Libia ci sono altri due loro colleghi italiani attualmente rapiti: Filippo Calcagno, 65enne di Piazza Armerina (Enna), già tecnico Eni, sposato e con due figlie, e Gino Pollicardo, originario di Monterosso, nelle Cinque Terre, in provincia di La Spezia.

Tags: , , , ,