Fidanzati killer, la loro è stata esecuzione

redazione 12 novembre 2015

roberta pierini Fidanzati killer, la loro è stata esecuzione

Ormai sono conosciuti come i fidanzati killer. Antonio Tagliata avrebbe ucciso Roberta Pierini con un colpo alla testa quando la donna, ferita al fianco e al braccio, era già a terra. E’ stata ”un’esecuzione” scrive il Gip, Antonella Marrone, nell’ordinanza che dispone la custodia cautelare per il 18enne reo confesso dell’omicidio della madre della fidanzata e del ferimento del padre.  Antonio, stando alle prime risultanze dell’autopsia e degli accertamenti tecnici sulla scena del delitto, avrebbe sparato alla donna a terra dall’alto verso il basso.  Diversa la ricostruzione del ragazzo che ha detto di aver fatto “fuoco di copertura” perché il padre della fidanzata aveva uno sguardo minaccioso: “E’ venuto verso di me: ho avuto paura, non ho capito più niente. Ho sentito la mia ragazza che diceva ‘spara’, e ho sparato a caso”. Il padre della giovane, Fabio Giacconi, ancora ricoverato in coma nell’ospedale di Ancona, sarebbe stato inseguito da Tagliata fin sul balcone di casa: gridava ”aiuto, polizia!”, e le grida sono state sentite anche da alcuni vicini, che hanno chiamato il 113 e il 112.

Tags: , ,