Expo 2015, Gioie e dolori: non c’è tempo per fare i collaudi

redazione 29 marzo 2015

mappa expo Expo 2015, Gioie e dolori: non c’è tempo per fare i collaudi

 

Manca un mese all’apertura di Expo 2015, in questi 30 giorni si dovrebbero svolgere tutte le verifiche del caso, sulle strutture. Ma in realtà Expo è ancora un cantiere che si muove lentamente, lottando contro lo scorrere del tempo: per molti è impossibile pensare di concludere le opere entro il primo maggio; per altri Expo si aprirà con alcune strutture da finire. I progetti dei padiglioni avrebbero dovuto essere presentati entro marzo 2014 e terminati nel marzo 2015.

 

Non vi sono calendari a questo punto, non vi sono programmi certi: esiste solo una grande scadenza e la certezza che per i collaudi non c’è tempo. Come riporta Il Fatto Quotidiano, Susanna Cantoni, direttore del dipartimento prevenzione dell’Asl di Milano ha spiegato: “Faremo i collaudi tramite autocertificazione, poi procederemo con verifiche a campione”.

 

Ciò vuol dire che tutto è nelle mani dei progettisti che avranno il compito di certificare il lavoro fatto.

 

© Social Channel

Tags: , ,