ESCLUSIVO, Intervista al geniale ideatore del progetto “We love the ’90s”

redazione 13 giugno 2013

we love ESCLUSIVO, Intervista al geniale ideatore del progetto We love the 90s

INTERVISTA ESCLUSIVA PER “WE LOVE THE ’90s” - Noi amiamo gli anni ’90: si parte da qui, si parte un po’ per passione, un po’ per caso e si arriva a creare una delle piu’ belle realta’ del momento. La nostalgia per la musica dance di quei tempi ha portato noi di Social Channel a contattare telefonicamente Max, che insieme a Datura un paio di anni fa ha dato vita al progetto “We love the 90′s”. Una decina di anni fa pero’ l’idea aveva gia’ preso il via, anche se in modo nettamente diverso; ecco che cosa ci ha spiegato Max:

“Il progetto nasce 10-12 anni fa quando facevamo delle one-night anni ’90 con i Datura in giro per locali che avevamo in gestione a Milano, Riccione o in Sardegna. La gente si divertiva tantissimo, la serata funzionava bene, poi due anni e mezzo fa ci siamo rivisti e abbiamo dato vita a questo progetto che ci permette di fare settimanalmente una serata anni ’90 dall’inizio alla fine. Era una bella sfida ma fortunatamente alla gente e’ piaciuto e si sta allargando sempre di piu’”.

“We love the 90′s” ha permesso di dare vita a collaborazioni importanti con artisti italiani e internazionali: da Neja a Nathalie dei Soundlovers passando per Kim Lukas, senza dimenticare poi grandi dj di quel tempo come Gigi D’Agostino e Gabry Ponte tra i tanti.

“Abbiamo l’appoggio dei Datura che sono soci nostri e hanno tenuto i rapporti negli anni con questi artisti e quindi vengono sempre a trovarci. La cosa che ha fatto funzionare ‘We love the 90′s’ e’ questa, noi facciamo esibire i cantanti o i dj che hanno fatto successo, sono proprio loro dal vivo”.

Dopo 3 anni di serate in giro per l’Italia, il progetto e’ talmente cresciuto da arrivare alla produzione di una compilation grazie alla casa editrice Saifam che ha voluto credere in questo “We love the 90′s Volume 1″. Si’, volume 1, perche’ l’idea e’ quella di poter presentare una lunga serie di compilation per omaggiare gli anni ’90.

Parlando delle differenze tra il pubblico di oggi e quello del passato, Max ha spiegato:

“Mi sono trovato in serate dove avevo il 35enne che ha vissuto veramente gli anni ’90 che e’ venuto a trovarci spinto da un senso di revival, ma anche tantissima gente di 20 anni che si avvicinava a questa musica dance pur non avendola vissuta. Noi notiamo questo, la base e’ il divertimento, il cantare, il vivere la serata come una volta”.

In questo, si avverte inevitabilmente un senso di nostalgia del passato, forse manca qualcosa alla musica di oggi?

“Oggi, la generazione non e’ caratterizzata da un genere musicale. C’e’ un miscuglio di tutto, tanti generi ma niente di ben definito. Questo lo dimostrano lo stesso David Guetta o Pitbull che fanno hit prendendo spunto da brani degli anni ’90. A noi piace spingere questo prodotto musicale perche’ e’ ancora fortissimo”.

L’estate 2013 sara’ sicuramente all’insegna di questo progetto che arrivera’ a toccare la Costa Smeralda, la Puglia, la Liguria fino a quel 27 luglio, data importante dove l’appuntamento sara’ all’Aquafan di Riccione. Noi abbiamo provato a chiedere a Max una previsione: quale sara’ la canzone tormentone di questa estate? Lui senza pensarci troppo ci risponde simpaticamente “Haddaway – What Is Love”. 1993, per intenderci.
Che siano sempre benedetti gli anni ’90!

we love2 ESCLUSIVO, Intervista al geniale ideatore del progetto We love the 90s

Tags: , , ,