ESCLUSIVO – FRANCESCA FIORETTI DOPO L’OPERAZIONE ALL’APPENDICE: “TROPPE VISITE DI AMICI, MI HANNO DOVUTA METTERE IN STANZA DA SOLA”

redazione 22 ottobre 2012

foto 11 223x300 ESCLUSIVO   FRANCESCA FIORETTI DOPO LOPERAZIONE ALLAPPENDICE: TROPPE VISITE DI AMICI, MI HANNO DOVUTA METTERE IN STANZA DA SOLA

LA VISITA - È la notte di venerdì quando Francesca Fioretti ha cominciato a sentire un forte dolore nella zona dell’appendice. Subito la scelta di andare a farsi controllare all’ ospedale Fatebenefratelli, dove, giunta per un semplice controllo, i medici le hanno riferito che era necessaria un’operazione per rimuovere l’appendice. Francesca, fifona quale ci ha simpaticamente confessato di essere, ha rifiutato il ricovero immediato e dopo essersi fatta prescrivere antibiotici e antidolorifici per placare il forte malessere, è tornata verso casa. Dove non è stata per molto.

foto 121 300x223 ESCLUSIVO   FRANCESCA FIORETTI DOPO LOPERAZIONE ALLAPPENDICE: TROPPE VISITE DI AMICI, MI HANNO DOVUTA METTERE IN STANZA DA SOLA

IL RICOVERO E L’OPERAZIONE - La mattina di domenica, infatti, l’ex gieffina ha preso coraggio e ha deciso di tornare nell’ospedale dove era stata poche ore prima e affidarsi ai medici che a distanza di solo un’ora dal suo arrivo l’hanno messa sotto i ferri. Via il dente, via il dolore. Oggi, nel giorno post operazione, abbiamo contattato in esclusiva Francesca. Mentre siamo al telefono con lei, arriva puntualissima l’infermiera a comunicarle che è l’ora di scendere dal comodo letto su cui è sdraiata e provare a camminare. “Vi sembra normale che uno vada all’ospedale per un semplice controllo e si trovi costretta a farsi operare? Detto questo, è stato meglio così, ora sto bene. Non immaginate il via vai di persone che mi sono venute a trovare in questi due giorni. Mi hanno dovuto mettere in stanza da sola perché a qualsiasi ora della giornata ricevo visite. Ho appena mangiato il rinomato brodino d’ospedale. Da leccarsi i baffi…” Non sarebbe stato meglio rimanere in ospedale la sera che sei andata a farti visitare? ” Forse sì, ma io sono una fifona di prima categoria. Vi racconto questa. Quando sono tornata in ospedale per farmi operare, all’accettazione, gli stessi infermieri e medici che c’erano venerdì notte, mi hanno confessato che già quella sera, nonostante avessi deciso di tornare a casa, avevano preparato la scheda della mia operazione perché sapevano che sarei tornata.” 

Tags: ,