ESCLUSIVO – FABRIZIO CORONA AFFIDATO AI SERVIZI SOCIALI: “RINGRAZIO LA MAGISTRATURA. MIA MADRE E MIO FIGLIO MI HANNO DATO FORZA”

redazione 18 ottobre 2012

affidamenti1 ESCLUSIVO   FABRIZIO CORONA AFFIDATO AI SERVIZI SOCIALI: RINGRAZIO LA MAGISTRATURA. MIA MADRE E MIO FIGLIO MI HANNO DATO FORZA

LA SENTENZA – Fabrizio Corona esulta. Il sostituto procuratore generale Antonio Lamanna, dopo l’udienza tenutasi ieri presso il tribunale di sorveglianza di Milano, ha espresso parere favorevole all’istanza di affidamento in prova ai servizi sociali  per l’imprenditore catanese. Corona, appresa la sentenza, in esclusiva per Social Channel ha dichiarato: Ieri, quando ai microfoni dei giornalisti dichiaravo di essere cambiato, dicevo la verità. La libertà è il bene primario di ogni uomo, righerò dritto affinchè non mi venga nuovamente privata. Prima dell’udienza ho detto che confidavo nella giustizia italiana. Avevo ragione. Ringrazio la magistratura. 

LE PERSONE CARE - Un periodo delicato quello che ha dovuto affrontare Fabrizio Corona nelle ultime settimane. Un periodo in cui i successi lavorativi e le scorribande amorose passavano in secondo piano. Poco importa se Fabrizio ha sempre sottolineato di non aver paura di rientrare in carcere, l’incubo della reclusi0ne è un pensiero al quale è difficile sfuggire. Anche per uno “tosto” come lui. Ecco perchè, in questi momenti di fibrillazione, ansia e paura, il supporto di alcune persone risulta una componente fondamentale, come lo stesso Corona ammette: il risultato di quest’udienza non rende felice solo me. Ma anche le persone che mi sono state vicine negli ultimi tempi, che mi hanno dimostrato sinceramente il loro affetto, che hanno condiviso con me tensione e agitazione. Mia madre in primis. Vi confesso una cosa: ieri, quando ho letto il messaggio di mio figlio con scritto ‘sei grande papà’ mi sono commosso. Ma oltre alla commozione, quelle parole genuine hanno rappresentato una grande iniezione di coraggio e di fiducia. Ero più convinto di farcela e alla fine è stato così“.

 

Tags: ,