ESCLUSIVO, Efe Bal si spoglia per protesta: “Mi arrampico all’Agenzia delle Entrate”

redazione 6 ottobre 2014

efe ESCLUSIVO, Efe Bal si spoglia per protesta: Mi arrampico allAgenzia delle Entrate

Efe Bal, la trans prostituta più famosa d’Italia, ci ha contattati per rilasciarci alcune dichiarazioni esclusive, raccontandoci che il suo nuovo atto di contestazione la porterà domani ad arrampicarsi sull’edificio dell’Agenzia dell’Entrate.

 

“Ho comprato un casco e una scala da 219 euro lunga 6 metri e 75. Appoggerò la scala sul muro e mi arrampicherò mezza nuda al primo piano”.

Ha conquistato l’attenzione dei media per la sua continua battaglia che la porta a chiedere di poter pagare le tasse per il suo lavoro di escort: lo Stato la tratta da evasore fiscale, ma dall’altro lato non riconosce il suo lavoro. Dopo la protesta pubblica che mise in scena proprio davanti al Corriere, Efe Bal ci riprova. Ha provato anche a lanciare un appello a Matteo Renzi, ma le cose non sono andate per il verso giusto. Efe Bal infatti ci spiega:

“Gli ho scritto ma non ho avuto contatti. Succede sempre con i politici, non considerano mai la mia proposta, non la ritengono valida. Poi Renzi ora ha molte cose a cui pensare”.

Racconta di aver incontrato di recente Simona Bonafé, eurodeputata del Pd, durante il suo intervento su Rai 3 a Millennium, lo scorso 26 agosto. Ha provato a chiederle un consiglio su come muoversi e su che cosa fare, ma l’eurodeputata ha risposto semplicemente sorridendole.

“Non deve ridere, mi deve rispondere, ma i politici non hanno risposta, ascoltano e cercano miliardi di euro per aiutare il loro Paese, poi però dicono ‘no’ a 6 miliardi che lo Stato potrebbe incassare da gente che lavora come me”.

In una sua recente intervista aveva affermato di aver pensato di intraprendere la carriera politica, un pensiero che Efel Bal ci conferma, aggiungendo anche che “Andrei con Berlusconi con Forza Italia, con il Pdl perché li sento più vicini”.

Ha spesso parlato dei suoi clienti, ma non ha mai fatto nomi dei suoi clienti famosi perché, come spiega lei, è tutta una questione di rispetto:

“Non dirò mai il nome dei mie clienti. Non tutti meritano il mio rispetto, ci sono anche tanti maleducati che non vedrò mai più, ma li capisco, li rispetto e potrebbe essere molto pericoloso per me. Anche io potrei dire ‘Sono stata con un calciatore’ e far scrivere notizie ai giornali. Non ne ho bisogno, conosco calciatori, ma restano segreti”.

Parla dello scandalo delle baby prostitute, critica questi atti di pedofili e allontana da se tutto ciò che considera non ‘normale’. Ma che cos’è per lei la ‘non normalità’:

“Sono molto tradizionale. Mi piace pensare a un uomo e un donna. Non capisco neanche i gay, si figuri (ride, ndr). Mi vedono come una donna e voglio vestire il ruolo della donna, anche se tante volte gli uomini loro vogliono usarmi come un uomo. Per soldi, per rispetto e per lavoro lo accetto, ma per la mia vita io vorrei essere donna e l’uomo deve essere uomo”.

E mentre ci parla di baby prostitute, ricorda anche quanto accaduto all’onorevole Alessandra Mussolini:

“Io ero a Palazzo Madama per presentare il decreto del Pd per legalizzare la prostituzione con la senatrice Maria Spilabotte. E vicino a noi c’era la Mussolini. Dopo solo sei giorni è uscita la notizia del marito, che è stato coinvolto nel caso delle baby prostitute e lei continuava a dire al tempo ‘Bisogna fare più controlli, è necessario controllare per quelle donne sposate il cui marito va con prostitute e trans. Lei non sapeva nulla forse, o forse sperava che non uscisse fuori nulla. Io sono rimasta scioccata quando ho sentito la notizia al tg, soprattutto perché lei sta ancora con lui. Non ha dignità in questa”.

Sul finire della nostra chiacchierata ripensa al caso Marrazzo e lancia il suo pronostico:

“Gli uomini sono gli stessi uomini, non è cambiato nulla. Non sentiamo spesso parlare di casi del genere, ma accadrà di nuovo. Diamogli 1-2 mesi di tempo, arriverà un nuovo scandalo e capiremo di nuovo che i politici sono sempre politici, gli uomini sempre uomini che hanno voglia di trasgredire e fare cose diverse grazie alla loro curiosità”.

La certezza però è che con Efe Bal l’appuntamento è previsto per domani, davanti alla sede dell’Agenzia dell’Entrate.

© Social Channel

Tags: ,