ESCLUSIVA: Silvia Abbate, la fashion blogger che sta spopolando in Italia e all’estero si racconta a SocialChannel

redazione 13 maggio 2013

Schermata 05 2456425 alle 13.18.24 ESCLUSIVA: Silvia Abbate, la fashion blogger che sta spopolando in Italia e allestero si racconta a SocialChannel

E’ profondamemente innamorata del bello, e’ una grande esteta, che cerca di rendere bello tutto ciò’ che ha attorno. Silvia Abbate e’ una donna intraprendente, che ama la vita e adora scoprire il mondo, una ragazza luminosa, positiva e polivalente, che si e’ affermata nel campo della moda fin da adolescente, diventando popolare anche all’estero; e’ una modella, una showgirl, un’opinionista che ama dire la sua nei vari salotti televisivi, una fashionblogger di successo e soprattutto una mamma premurosa che adora suo figlio. L’abbiamo conosciuta ne “La pupa e il secchione”, abbiamo imparato a vivere la sua bellezza, ad ammirare il suo fisico da capogiro e la sua ironia, ma Silvia e’ tanto altro. Con il suo fashionblog “Silvia In The Sky” Silvia Abbate si e’ reinventata, ha tentato di dar voce alla sua grande passione, LA MODA, di viverla a 360 gradi, di metterci l’anima. E c’e’ riuscita alla grande: tutto e’ iniziato come un gioco e poi e’ diventato un lavoro a pieno ritmo, ora il suo fashionblog e’ un riferimento italiano e internazionale e conta migliaia di followers affezionatissimi che seguono con interesse Silvia. 

Qual’e’ la giornata tipo di una donna così’ poliedrica come te?

E’ una giornata faticosa, com’e’ faticosa la giornata di ogni donna che e’ anche madre, che lavora e che soprattutto cercare sempre di fare le cose al meglio. Qual’e’ la mia giornata tipo? Mi sveglio alle 7 e mezza porto il bambino a scuola, dopodiché’ inizia la mia giornata. Avendo diversi lavori paralleli da affrontare non ho una giornata tipo uguale ad un’altra: la mia giornata e’ fatta di appuntamenti nei vari showroom alla scoperta di nuovi stilisti per chiudere nuove collaborazioni, in giro a fare casting con il classico book fotografico, e anche stare seduta al computer a lavorare al mio blog.

Lavori da casa quando scrivi sul blog, oppure hai un ufficio?

Diciamo che per il mio lavoro  non c’e’ bisogno necessariamente di avere un ufficio, il mio ufficio e’ il tavolo dove mangio, il mio super divano gigantesco pieno di cuscini che ho in salotto, e’ tante volte il mio letto. Il mio ufficio e’ un po’ in giro ed e’ un po’ il mondo, perché’ io scrivo e  posto articoli ovunque io mi trova nel mondo. Passo tante ore al computer!

 

Hai sottolineato piu’ volte di essere una ragazza positiva, sostieni che per stare bene e’ importante essere serene dentro ed equilibrate… Cos’e’ per te quindi la positività’? Cosa vuol dire, essere positive nella vita?

Sicuramente la vita di una persona e’ costellata di problemi, tutti noi ce li abbiamo, fanno parte della vita. Sicuramente affrontare la vita con un sorriso sulle labbra, in modo positivo e anche propositivo, ti rende la vita piu’ serena e solare. Io seguo molto la kabbalah, che e’ la filosofia di vita della religione ebraica. Mi da molta positivita’ e soprattutto mi ha aiutata nel grande buco nero della mia vita che e’ stata la separazione con mio marito, che e’ avvenuta 2 anni e mezzo fa ed stata un po’ un fulmine a ciel sereno. Senza la kabbalah non avrei superato sicuramente bene la cosa, ora invece l’ho superata al meglio.

Silvia e’ ripartita da Silvia, si e’ buttata a capofitto nel lavoro e si e’ reinventata…

Si’, io nasco come showgirl, modella e opinionista televisiva, tutte cose che continuo a fare, pero’ diciamo che mi sono reinventata come fashion blogger per l’amore che ho sempre avuto nei confronti della moda.

Silvia Abbate fa la modella da quando aveva 15-16 anni, ha iniziato in Italia e poi e’ andata in giro per tutto il mondo, adora il suo settore ed e’ estremamente informata a riguardo. Un curriculum di tutto rispetto, se pensiamo che Silvia vanta di ben due lauree, una in arte moderna e contemporanea (con una specializzazione in comunicazione e gestione nei mercati dell’arte e della cultura) e parla perfettamente tre lingue, oltre all’italiano anche l’inglese e spagnolo. Tanta Roba!

Schermata 05 2456425 alle 13.04.34 ESCLUSIVA: Silvia Abbate, la fashion blogger che sta spopolando in Italia e allestero si racconta a SocialChannel

Hai girato il mondo come modella, ti senti legata in particolare ad un luogo in cui hai vissuto?

Saro’ banale ma tutta l’America mi sta nel cuore (!) perche’ in ogni posto in cui sono stata ho dei ricordi bellissimi. Ti dico un po’ scontata perché’ ti posso dire New York, come Los Angeles, Miami e soprattutto Telaviv, che e’ la mia città’.

Sappiamo benissimo che sei una mamma premurosa, ma sei anche una fashionblogger di successo. Quanto e’ importante curare il vestiario di  tuo figlio Federico?

Da mamma fashion blogger si’, tendo a curare tanto l’abbigliamento di mio figlio forse anche eccessivamente, te lo dico con il sorriso sulle labbra perche’ mio figlio tante volte sembra un piccolo modellino, con la sneaker giusta, quindi copiata dall’adulto, con il jeans a cavallo basso un po’ strappato, con la maglia e il maglioncino giusti, il cappellino…mi piace!

Da fashion mamma che consiglio ti senti di dare alle altre mamme? Nel senso, cosa non dovrebbe mai mancare nell’armadio di un bambino?

Sicuramente non deve mai mancare ciò’ che il bimbo ama indossare. Se a mio figlio volessi mettere la camicia bianca e il jeans strappato perche’ secondo me e’ bellissimo cosi’ ma a lui da’ fastidio, e’ ovvio che viene prima il bene del piccolo. Quindi il bimbo deve avere nell’armadio cose giuste, cose fashion, pero’ sempre a modello di bambino. Per esempio nell’armadio di Federico non puo’ mancare un jeans giusto, pensa che tante volte e’ costretto a mettersi la tuta perche’ a scuola c’e’ educazione fisica, ma lui odia. Inoltre nell’armadio di Fede non possono mancare le sneakers, ne ha almeno 5 o 6 per stagione.

Continuiamo a parlare di Federico, l’amore della tua vita

Sicuramente la priorità’ della mia vita e’ Federico. Ho scelto questo lavoro appunto perché’ mi permette di avere tanto tempo libero e di gestirlo, infatti lavoro molto quando Federico e’ a scuola e quando lui esce da scuola cerco di essere libera totalmente per seguire le attività’ pomeridiane di mio figlio. Io sono soprattutto una mamma, dopo c’e’ la Silvia businness woman, modella e showgirl, poi c’e’ tutto il resto pero’ prima c’e’ la mamma.

Leggevo di recente una tua intervista in cui dicevi che ti mantieni andando in palestra e mangiando bene, pero’ so che allo stesso tempo ami mangiare. Qual’e’ il tuo piatto preferito? Come equilibri la tua alimentazione?

Faccio tanta palestra, chi mi conosce lo sa che e’ un po’ una mia fissa. Mangio anche tanto, mi piace la buona cucina, mi piace la cucina italiana e anche quella fusion. Mi piace magiare, tante volte esagero pero’ cerco di bilanciare con molta palestra, in palestra corro almeno un ora o cammino. Io adoro la pasta, mi potrei affogare proprio nella pasta, condita con qualunque sugo.

Silvia va in palestra almeno tre volte a settimana, quando c’e’ bel tempo va a correre all’aperto, fa pesi (non troppi, perché’ i muscoli sulla donna non le piacciono!) e prima di andare a dormire tutte le sere fa almeno 100 addominali e tutte le serie di esercizi per le gambe. Così’ facendo sacrifica tantissimo la sua vita sociale, ma non gli eventi cool, quelli davvero imperdibili.

E’ finita la storia con il tuo ex marito…ora c’e’ qualcuno nella tua vita? O speri di trovare un uomo con cui condividere un bel sentimento?

Non c’e’ nessuno in questo momento anche se vorrei che ci fosse (giustamente!). Sono single ormai da due anni e mezzo, vorrei trovare una persona che sia capace di starmi a fianco ma il problema e’ che io nella vita ho una responsabilità’ che si chiama Federico che in questo momento ha 5 anni e mezzo. Vorrei trovare sicuramente un uomo con la U maiuscola e credo che in questo periodo storico sia veramente difficile. Ogni volta che inizio una minima frequentazione con un uomo mi cadono le braccia: l’uomo che si avvicinera’ a me dovra’ amare prima mio figlio e  poi me, mio figlio e’ la cosa più’ importante della mia vita e io capirò’ che un uomo e’ quello giusto se amerà’ prima mio figlio e  poi me.

Il tuo bambino vede il suo papa’?

Si’, Federico vede suo padre due weekend al mese come stabilito dal tribunale. Lui e’ andato via di casa perché’ aveva un’altra donna e io ho dovuto farmene una ragione; ho impiegato molto tempo per digerire la cosa e per ritrovare il sorriso. Ho ritrovato la felicita’e  la serenità’ grazie a tanti amici che mi sono stati vicino. Mi sono dovuta ricostruire la vita da sola, rimboccandomi le maniche perché’ lui non voleva che lavorassi… infatti quando stavo con lui ho sfruttato al minimo il mondo dello spettacolo, facendo ogni tanto l’opinionista, ogni tanto qualche pubblicità’ ma soprattutto all’estero, in italia avevo chiuso. Mi ero dedicata completamente al bambino, alla famiglia e a lui, quindi quando ci siamo lasciati ho dovuto si’ digerire questa separazione ma anche rifarmi una vita. Ed ecco che li’ e’ nata l’idea del fashion blog: e’ da un anno che ci sto lavorando ed ora mi sta dando veramente tante soddisfazioni.

Che consiglio ti senti di dare alle nuove fashion blogger?

Una qualità’ innanzi tutto e’ essere veramente informate sulla moda, perché’ gli stilisti veri non sono solo Louis Vuitton, Gucci e Prada. Gli stilisti veri sono i nuovi stilisti emergenti, che incontri facendo esperienza. Devi avere una grande cultura in merito, leggere, cercare nel web, viaggiare, conoscere, non e’ un lavoro semplice come si può’ pensare. Ti dico anche questo, se non si ha gia’ un mezzo piede nella moda lo si puo’ fare giusto per hobby.

Schermata 05 2456422 alle 17.08.43 ESCLUSIVA: Silvia Abbate, la fashion blogger che sta spopolando in Italia e allestero si racconta a SocialChannel

Schermata 05 2456422 alle 17.11.05 ESCLUSIVA: Silvia Abbate, la fashion blogger che sta spopolando in Italia e allestero si racconta a SocialChannel

Schermata 05 2456425 alle 13.02.56 ESCLUSIVA: Silvia Abbate, la fashion blogger che sta spopolando in Italia e allestero si racconta a SocialChannel

Tags: