Ebola, Parla il medico di Emergency: “Sono un soldato che si è ferito nella lotta”

redazione 26 dicembre 2014

ebola Ebola, Parla il medico di Emergency: Sono un soldato che si è ferito nella lotta

 

Per la primissima volta prende parola il medico italiano di Emergency che ha contratto il virus Ebola in Sierra Leone, per essere poi ricoverato allo Spallanzani di Roma. Attraverso un messaggio reso pubblico della sua Ong, l’uomo ha voluto raccontare la sua esperienza:

“Non credo di essere un eroe ma so per certo di non essere un ‘untore’: sono solo un soldato che si è ferito nella lotta contro un nemico spietato. Mi sono in qualche modo battuto contro il mio nemico e pare che sia riuscito a batterlo”.

Ricorda l’inizio del contagio da Ebola, l’isolamento e quei pazienti che ha aiutato a guarire dal virus, spiegando che “stavo provando le stesse cose che loro avevano provato e cercavo di capire qualcosa di più di ciò che mi stava succedendo, cercavo di mantenere la mente lucida e distaccata per un’analisi scientifica. Ma il malessere era troppo e troppo difficile restare concentrato”.

 

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ha chiamato il medico e gli ha pubblicamente augurato di poter guarire al più presto, al fine di poter tornare finalmente a casa.

 

© Social Channel

Tags: