DISOCCUPAZIONE al top

redazione 8 gennaio 2013

37 DISOCCUPAZIONE al top

Ogni volta che si chiede a qualcuno “come va?” ultimamente la risposta è sempre la stessa: si scrolla la testa e si risponde “c’è crisi”. In effetti gli ultimi dati pubblicati dall’Istat non alimentano le speranze ma… fanno venire le lacrime agli occhi.

DISOCCUPAZIONE RECORD - Il dato è preoccupante quanto deprimente: 37,1%, questo è il tasso di disoccupazione giovanile, una cifra record, in aumento dal 1992. La ricerca effettuata in una fascia di età compresa tra i 15 e i 24 anni di persone in cerca di occupazione, ha dichiarato che 641mila di loro sono ancora in attesa. Tutti davanti al pc a spedire curriculum a raffica che resteranno senza risposta, a presentarsi a colloqui dove riceveranno la solita risposta “le faremo sapere” per poi osservare con ossessione il display del proprio cellulare che non si illumina. Nessuno li richiamerà. Per essere precisi, su base annua, la disoccupazione cresce del 21,4%, cioè di 507mila unità.

120 DISOCCUPAZIONE al top

IL PROBLEMA DELLE AZIENDE - L’anno scorso le aziende si sono appellate all’Inps, chiedendo 1,1 miliardi di ore di cassa integrazione: rispetto al 2011, un aumeto del 12,1%. Ed è ricorso sempre all’aiuto dell’Inps anche chi è rimasto a spasso, presentando appunto la richiesta di disoccupazione: nello scorso novembre le domande sono state 128.534, in leggero calo, però dobbiamo anche considerare che nei mesi precedenti c’era stato un aumento del 14,49%, mentre le domande di mobilità hanno subito un impennata del 10%. A soccorrere tutti quelli che stentano a tirare a fine mese, arrivano le parole di Elsa Fornero, Ministro del Lavoro: esclude che la situazione dipenda dal governo Monti e agigunge “Stiamo pagando errori di lungo periodo”. “Stiamo” chi?! Perchè qui che paga è sempre la povera gente! E quindi?! Questa sua affermazione non metterà il pane sulla tavole degli Italiani. Nuovamente vogliamo ricordare cosa cita l’articolo 4 della nostra Costituzione: “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto”.

212 DISOCCUPAZIONE al top

Tags: , , , ,