Dieta mediterranea: Australia e India più virtuose dell’Italia

redazione 26 aprile 2016

dieta mediterranea Dieta mediterranea: Australia e India più virtuose dellItalia

Australia, India e Nuova Zelanda seguono la dieta mediterranea meglio dell’Italia. A sorpassarci, anche alcuni Paesi nordici. Insomma, il Bel Paese perde un altro primato e si fa superare anche nell’ambito della buona alimentazione.

Secondo uno studio pubblicato oggi su European Heart Journal, condotto su oltre 15.000 pazienti con precedenti eventi cardiovascolari (ad esempio, attacchi di cuore o ictus), di 39 Paesi differenti, tanto più si mangia mediterraneo, tanto meno si è soggetti ad altri eventi cardiovascolari. Quindi  una dieta ricca di frutta, verdura, legumi, pesce e cereali integrali aiuterebbe a preservare il cuore da nuovi attacchi. Tuttavia, lo studio non ha dimostrato che una dieta troppo ricca di dolci, zuccheri, bevande zuccherate, fritti, sia invece associata ad un aumento del rischio. Riassumendo, su 15.482 pazienti, la cui età media è di 67 anni, in meno di 4 anni si sono verificati 1588 casi di attacchi di cuore, ictus o morte (10,1 per cento). Ma in coloro che avevano una aderenza maggiore alla dieta mediterranea, la percentuale scendeva.

La novità consiste nel fatto che non sono state imposte limitazioni in fatto di calorie giornaliere né è stato definito nello specifico il concetto di porzione. ”Abbiamo misurato l’aderenza alla dieta mediterranea con un punteggio specifico  (Mediterranean Diet Score, MDS), senza tenere conto dell’introito calorico giornaliero“, spiega dall’università di Auckland Ralph Stewart, primo firmatario dello studio: chi mangiava più cibi salutari e aveva quindi un punteggio uguale o maggiore di 15 era soggetto a eventi cardiovascolari nel 7,3 per cento dei casi; mentre coloro che avevano un punteggio inferiore a 15 vedevano aumentare il rischio fino al 10,8 per cento.

Quel che è più interessante è che il modello della dieta mediterranea è stato trovato anche in Paesi molto lontani da noi, come appunto Australia e Nuova Zelanda. Insomma, il nostro modo di mangiare piace molto all’estero e ci invia un messaggio importante, che dovremmo tutti conoscere: una corretta alimentazione, ricca di cibi salutari, è un valido aiuto a mantenerci più sani più a lungo.

Tags: , ,