DESERT BOOT: un cult che ritorna

redazione 19 dicembre 2012

d3dw20311 DESERT BOOT: un cult che ritorna

Comode e casual, ma senza rinunciare ad essere chic. La scarpa più cool del momento è pronta ad invadere le strade cittadine, proponendosi anche per weekend in montagna.

 

In principio erano i desert boots, ingiustamente riservati solo al pubblico maschile, privilegiati destinatari di quel famoso polacchino scamosciato lanciato negli anni ’50, ben presto diventato un cult. Ma l’esclusiva di una scarpa destinata a scrivere un pezzo di storia delle calzature, cessò ben presto di essere appannaggio dei look eleganti ed oggi viene vissuta anche più casual ed è diventata la prima vera antagonista delle sneaker come scarpa da tutti i giorni.

Non più ultraflat, infatti, ma resi ancor più confortevoli da una discreta soletta prese dal mondo ginnico, rispondono alle esigenze dei modaioli più accaniti, fondendo quell’ispirazione intrinsecamente avventuriera all’allure tutta metropolitana da sfoggiare “day-into-evening” grazie proprio alle comodità data da questo segreto rialzo.

Perfetti con i jeans, con chinos o con completi in lana, magari vagamente vintage londinesi, sono impreziositi da un tessuto in lana con i disegni ispirati alla Cortina degli anni ’80 per i modelli di LeCrown ( http://www.facebook.it/LeCrown ), i preferiti dalle star come Simone Rugiati, Vittorio Brumotti etc etc. Un culto che ritorna e che nelle prossime stagioni si farà sempre più strada.