La De Filippi difende “Uomini e Donne”

redazione 27 aprile 2016

foto maria art.3 La De Filippi difende Uomini e Donne

Scoppia l’ennesimo caso di Uomini e Donne e, con esso immancabilmente le critiche. Per il programma che accompagna gli italiani nel pomeriggio si parla di trono gay. Nulla di così sconcertante, dato che Maria De Filippi ci ha già abituato a questo in TV, basti pensare a C’è Posta per te. A ribadirlo è la stessa conduttrice in un’intervista al Corriere della Sera di pochi giorni fa, sottolineando come questa scelta non sia nata da un gusto personale quanto, da una presa d’atto delle richieste avute in redazione.

Nulla di rivoluzionario allora, la presentatrice sulla scorta delle richieste giunte al programma ha deciso di introdurre il nuovo trono, ed ha dichiarato. <<I miei programmi non li ho mai fatti sulla base di quello che pensavo io ma sulla base di quello che arrivava da fuori>>. La sua scelta quindi non è altro che il frutto di un ascolto del pubblico cui si rivolge; questa d’altronde l’arma vincente del suo successo.

Tra i suoi obbiettivi non vi è mai stato quello di portare in TV <<programmi che dovessero insegnare>>, ciò spetta alla scuola e alla famiglia. I suoi programmi non sono altro che specchio della realtà, una realtà social che vede i ragazzi muoversi come i tronisti. Spesso disinibiti, nel bene e nel male liberi da congetture, uomini e donne che partecipano al gioco dell’amore. E di gioco si tratta per Maria, divertissement.

Sono lontani i tempi di Popper e della TV cattiva maestra. Oggi la questione va ripensata in altri termini; spesso ciò che manca nei ragazzi è lo spirito critico, vuoto a cui può sopperire solo una scuola di qualità.

E ricordiamoci che c’è sempre il telecomando! Siamo noi a decidere cosa vedere e cosa no. Quindi tocca a noi essere i filtri della realtà per i nostri ragazzi.

Approfondimento: Link1;Link2

Tags: , ,