Dalla padella alla brace

redazione 31 ottobre 2014

bossetti1 Dalla padella alla brace

 

Le notizie di questi giorni sembrano essere sempre le stesse: Camusso contro Renzi, il risveglio di Berlusconi in un’addormentata Forza Italia, la minoranza Pd che recalcitra ma non si muove, De Magistris che ritorna a fare il sindaco, Tremonti indagato, la Fiom che annuncia lo sciopero generale anticipando la triplice, l’Isis che continua nelle sue stragi, Bossetti che resta in carcere. Un momento, forse questa è la vera notizia! Perché? Dopo mesi di richieste di arresti domiciliari da parte dei suoi legali, Bossetti non è uscito dal carcere, ma gli è stato revocato il regime d’isolamento al quale era stato sottoposto sin dal giorno del suo arresto, da parte dello stesso PM Letizia Ruggeri.

 

Anche se apparentemente questo provvedimento, quello di toglierlo dall’isolamento, può apparire una vittoria della difesa, in realtà ne drammatizza la reclusione, perché l’isolamento a cui il presunto e ribadiamo presunto omicida di Yara Gambirasio, venne sottoposto, fu per salvaguardare la sua incolumità, da atti di violenza da parte di altri detenuti.

 

Ecco quindi la notizia: se l’indagato Massimo Bossetti venne messo in regime di isolamento, per salvaguardarlo dalle minacce di altri detenuti, perché ora, visto che non esistono ancora prove definitive, sulla sua colpevolezza, è stato messo a contatto con stupratori e pedofili ? E’ forse una sorta di anticipazione di una sentenza per il reato di pedofilia?

 

Roberto Olivato

Tags: , ,