Corigliano Calabro: 450 profughi su mercantile bestiame, abbandonato dagli scafisti

redazione 3 gennaio 2015

Corigliano Corigliano Calabro: 450 profughi su mercantile bestiame, abbandonato dagli scafisti

 

E’ attraccato intorno alla mezzanotte nel porto di Corigliano Calabro, in provincia di Cosenza,  il mercantile Ezadeen, battente bandiera della Sierra Leone, con circa a bordo 450 immigrati quasi tutti siriani, tra cui una 50ina di donne, alcune in stato di gravidanza e bambini.

 

Gli scafisti dopo che la nave è rimasta senza carburante, hanno abbandonato l’imbarcazione al largo del Mar Ionio e bloccato il timone. I profughi sono stati soccorsi dalla Guardia costiera e avviati in alcuni centri di accoglienza, dove stanno procedendo alle operazioni di identificazione.

 

E’ la 3° volta che i trafficanti di uomini, usano il sistema di lasciare le navi a deriva, senza personale di bordo. Riescono a impossessarsi di navi
che non vengono più utilizzate da 2 o 3 anni, ovviamente diverse a seconda della stagione. In estate utilizzano carrette del mare, in inverno, navi pure di 100 metri quando il mare è più pericoloso. Dopo aver impostato la rotta e fornito qualche accenno abbozzato a qualcuno degli immigrati a bordo, gli scafisti abbandonano appunto le navi alla mercè del mare e del maltempo, lasciando senza alcuna pietà questi profughi in balia spesso della morte.

 

© Social Channel

Tags: ,