Contraccettivi di emergenza: boom di vendite ma poca informazione

redazione 17 maggio 2016

Contraccettivi Contraccettivi di emergenza: boom di vendite ma poca informazione

In Italia si è registrato un vero e proprio boom delle vendite dei contraccettivi di emergenza, in modo particolare sta spopolando la cosiddetta “pillola dei 5 giorni” (ellaOne), che rispetto alla pillola del giorno dopo sembra essere ancora più efficiente per evitare gravidanze impreviste e non desiderate. Circa un anno fa sulla Gazzetta Ufficiale è stata pubblicata la determina dell’Aifa, che consente l’acquisto di ellaOne direttamente in farmacia senza l’obbligo della prescrizione medica. Da allora, secondo i dati forniti dall’azienda farmaceutica HRAPharma Italia, la vendita del farmaco si è letteralmente decuplicata.

Dal mese di maggio 2014 al mese di aprile 2015, cioè un anno prima della determina dell’Aifa (Agenzia italiana del farmaco), che si è adeguata alla decisione della Commissione Europea di vendere ellaOne senza prescrizione medica, la vendita era ferma al 6,8% del mercato della Contraccezione d’Emergenza. L’anno dopo il farmaco ha raggiunto vendite record, con una crescita fino al 53,8% con punte massime di oltre il 70% in alcune regioni, per una crescita totale su tutto il territorio nazionale del 686,7%. Alberto Aiuto, general manager di HRAPharma Italia, spiega che il successo di ellaOne, farmaco a base di ulipristal acetato, dipende dalla sua grande efficacia nel bloccare sul nascere gravidanze indesiderate. I dati relativi all’acquisto di contraccettivi di scorta sono rimasti pressoché stabili, con una media di 365mila confezioni vendute all’anno tra il 2008 ed il 2015.

La contraccezione è molto diffusa, ma spesso la si affronta con eccessiva leggerezza e soprattutto senza la giusta informazione. La gravidanza invece è una questione estremamente delicata, che va affrontata con la massima serietà e cognizione di causa. Rispetto ai tradizionali studi di ginecologia stanno nascendo soluzioni alternative come i consultori e le ginecologhe o i ginecologi online. Oltre ad essere servizi totalmente gratuiti consentono anche di tutelare la propria privacy.

Il consultorio, che fa parte della Asl, è una struttura sanitaria che offre numerosi servizi, dal ginecologo allo psicologo fino agli assistenti sociali. E’ inoltre possibile chiedere informazioni sulla gravidanza, sull’interruzione di gravidanza, fare visite mediche o avere prescrizioni per le pillole contraccettive. La cosa più importante è che tutti i servizi offerti dal consultorio sono gratis, è quindi possibile anche sottoporsi a visite ginecologiche oppure fare importanti esami come il pap test senza spendere un solo euro. Tutti gli specialisti del consultorio hanno inoltre l’obbligo di rispettare la riservatezza delle persone, che verranno così tutelate anche per difendere la propria privacy.

Un altro servizio che ultimamente si sta diffondendo tantissimo sul web è quello della ginecologa online. Tutte le persone che hanno bisogno di informazioni relativamente a ciò che ruota intorno alla gravidanza ed alla contraccezione, possono collegarsi ai siti delle diverse ginecologhe e ginecologi che offrono i loro servizi gratuitamente sul web. E’ possibile rivolgere domande in pieno anonimato sul sito, per avere la risposta in tempi brevi da parte degli specialisti. Esistono anche dei forum dove scambiarsi idee, informazioni e suggerimenti. Alcuni professionisti, per rendere ancora più completo il loro servizio, hanno anche aperto dei canali su Youtube con dei video informativi molto esaurienti sull’argomento gravidanza e contraccezione.

Tags: , ,